Costruire un soppalco senza permesso? Dal 2017 si può, ecco quando

Come costruire un soppalco senza permesso? La Sentenza n° 985/2017 del Consiglio di Stato ci dice come: non contano i materiali, conta la destinazione. Ecco la novità.

Costruire un soppalco senza permesso, da oggi si può. Questa la novità della Sentenza n° 985/2017 del Consiglio di Stato: materiali e dimensioni contano poco, ciò che conta è l’uso: dimentichiamoci i letti a soppalco, potranno essere demoliti senza autorizzazione.

Il soppalco richiede il permesso del Comune di Residenza: costruire senza autorizzazione crea un abuso edilizio, poiché si tratta di aggiungere una superficie calpestabile; anche nei casi di un letto a soppalco, l’uso è comunque vincolante.

La Sentenza 985/2017 del Consiglio di Stato si pone come assoluta novità, in quanto prevede che non ci si obbligo di permesso in caso di alcuni tipi di costruzione. Costruire un soppalco senza permesso allora dipenderà dall’uso, ma vediamo con chiarezza.

Costruire un soppalco senza permesso? Dal 2017 si può, ecco quando

Costruire un soppalco senza permesso è la novità della Sentenza 985/2017 del Consiglio di Stato, che si pronuncia in modo definitivo su un ricorso per una abitazione romana: i soppalchi costruiti dal ricorrente non erano stati autorizzati.

Il permesso di costruire il soppalco e la disciplina edilizia riguardo a queste strutture non è univoca, è il Consiglio di Stato stesso a dichiararlo; tuttavia, la Sentenza espone una nota logica più che giuridica: costruire un soppalco, essendo superficie calpestabile, va giudicato caso per caso.

Il permesso andrebbe richiesto al Comune di residenza ogniqualvolta l’aumento della superficie dell’immobile sia considerevole, cioè costruire il soppalco comporti delle modifiche strutturali dell’abitazione. Eppure non sembra sufficiente, ci sono altre clausole.

Come costruire un soppalco senza permesso: ecco la novità 2017

Come costruire un soppalco senza permesso è definito implicitamente dalla Sentenza 985/2017 del Consiglio di Stato: negando la possibilità che la superficie sia calpestabile, ad uso abitativo, sarà permesso solo un tipo di soppalco senza autorizzazione.

La Sentenza sancisce infatti che possa essere costruito senza permesso un soppalco ad uso di ripostiglio, di dimensioni ridotte e senza modifiche strutturali dell’immobile. Il Comune potrà non essere interpellato per l’autorizzazione.

Costruire un soppalco di diverso uso e di dimensioni corpose senza permesso e autorizzazione del Comune di residenza, invece, sarà punito con la demolizione: non ci sono attenuanti, così prevede la legge. Alleghiamo la Sentenza per maggiori dettagli sul caso specifico.

Sentenza n° 985/2017 Consiglio di Stato
Clicca sull’icona per scaricare il documento in formato PDF

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Edilizia

Argomenti:

Edilizia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories