Cosa ha fatto la Lega quando è stata al governo

Alessandro Cipolla

9 Agosto 2022 - 16:18

condividi

Alle elezioni politiche 2022 la Lega si presenterà con il centrodestra guidata sempre da Matteo Salvini: ma cosa ha fatto il Carroccio quando è stato al governo?

Cosa ha fatto la Lega quando è stata al governo

La Lega sarà una delle protagoniste delle elezioni politiche 2022 che, dopo la prematura e tumultuosa fine del governo Draghi, si terranno il prossimo 25 settembre in concomitanza con le regionali in Sicilia.

In queste elezioni politiche a guidare il Carroccio ci sarà sempre Matteo Salvini, il Capitano capace di portare il partito al 34% in occasione delle scorse europee anche se ora i sondaggi sembrerebbero essere meno lusinghieri per la Lega.

Come ribadito anche di recente da Salvini, in caso di vittoria elettorale sarà il leader del partito più votato il presidente del Consiglio indicato da parte del centrodestra, anche se al momento Meloni sembrerebbe essere in vantaggio in questa corsa per Palazzo Chigi.

Ma cosa ha fatto la Lega durante questa legislatura e in passato quando è stata al governo? Vediamo quali sono stati i principali provvedimenti voluti dal Carroccio.

Cosa ha fatto la Lega al governo

La Lega è stata uno dei partiti che ha sostenuto l’attuale governo Draghi, ora in carica solo per il disbrigo degli affari correnti, esprimendo tre ministri tra cui anche un big del partito come Giancarlo Giorgetti.

Nel governo Draghi il Carroccio spesso è andato in contrasto con il resto dell’esecutivo, specie all’inizio quando l’Italia era ancora alle prese con le zone rosse e con l’utilizzo del green pass.

La Lega di conseguenza ha più fatto battaglie “contro” come nel caso delle liberalizzazioni riguardanti i balneari e i tassisti, appoggiando in pieno invece la misure tese a tagliare il cuneo fiscale.

Ben diverso è stato il peso della Lega nel primo governo Conte. All’epoca del patto con il Movimento 5 Stelle, la Lega è riuscita a far passare seppur a tempo Quota 41, un primo accenno di flat tax e la legge sulla legittima difesa.

Dove Matteo Salvini molto ha puntato sono stati i due decreti sicurezza, dove tra le diverse cose sono stati rivisti il sistema Sprar di accoglienza e i meccanismi della protezione umanitaria. Misure queste che molto hanno fatto discutere ma che l’ex ministro anche in questa campagna elettorale sta rivendicando con orgoglio.

In precedenza la Lega dopo le vittorie alle elezioni politiche del 1994, del 2001 e del 2008, è stata una delle componenti della maggioranza che ha sostenuto i vari governi guidati da Silviio Berlusconi.

In quegli anni il Carroccio molto ha puntato sul federalismo, soprattutto quello fiscale che però non è riuscito a vedere il pieno compimento vista la fine anzitempo nel 2011 dell’ultimo governo Berlusconi.

Infine allo storico esponente leghista Roberto Calderoli si deve l’omonima legge elettorale, poi ribattezzata Porcellum, che è stata utilizzata in occasione delle elezioni del 2006, del 2008 e del 2013.

Argomenti

# Lega

Iscriviti a Money.it