Coronavirus, per i giovani nessun vaccino fino al 2022

Per l’OMS le persone giovani e sane dovranno aspettare fino al 2022 per avere un vaccino

Coronavirus, per i giovani nessun vaccino fino al 2022

Un vaccino efficace contro il coronavirus potrebbe arrivare entro la fine del 2020 o persino nei primi mesi del 2021, ma molte persone non lo riceveranno se non fino all’anno successivo, afferma l’OMS.

Pandemia, quando il ritorno alla normalità?

Diversi leader politici in tutto il mondo, nelle ultime settimane, parlano sicuri delle buone possibilità che il vaccino anti-COVID-19 sia pronto già entro la fine dell’anno.

L’affermazione non solo è in netto contrasto con quella della comunità scientifica, che di solito prevedono l’arrivo del vaccino per la fine del 2021 o l’inizio del 2022, ma è monca di risposte a domande cogenti: quanto sarà efficace questo vaccino? E in quante dosi sarà disponibile?

Coronavirus, vaccino nel 2022 per i giovani

Che le dosi iniziali di vaccino non riusciranno a coprire immediatamente tutta la popolazione mondiale, e che quindi le amministrazioni dovranno fare delle scelte, è cosa nota. Il vaccino arriverà per prima a coloro che sono più a rischio COVID-19, e quindi a persone anziane, persone con patologie pregresse e operatori sanitari e della filiera alimentare.

Ciò che ancora non era noto era quanto tempo dovranno aspettare tutte le altre categorie di persone e, quindi, per quanto tempo ancora circolerà il coronavirus.

“Le persone tendono a pensare che il primo gennaio o il primo aprile avranno il vaccino, e poi le cose torneranno come prima”, ha detto la scienziata leader dell’Organizzazione Mondiale della Sanità Soumya Swaminathan.

OMS, vaccino in quantità limitate nel 2021

Le cose non stanno così: la disponibilità del vaccino nel 2021 sarà in “quantità limitata”, ha detto la dottoressa ricordando che il gruppo di esperti immunologi dell’OMS ha da poco pubblicato delle linee guida per i Paesi circa la prioritarizzazione di certe categorie di persone.

La maggior parte delle persone sono d’accordo con iniziare dai lavoratori della sanità e dei servizi primari, ma anche lì hai bisogno di definire chi fra loro è a rischio più alto, e poi ci sono gli anziani e così via”, ha detto Swaminathan. “Usciranno molte linee guida, ma credo che una persona media, una persona giovane sana potrebbe dover aspettare fino al 2022 per avere un vaccino”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO