Coronavirus: oltre 100 contagi in Italia

Lo conferma indirettamente il presidente della Lombardia Attilio Fontana, che accerta 89 casi solo nella sua regione

Coronavirus: oltre 100 contagi in Italia

Sono oltre 100 i casi di coronavirus in Italia. Secondo primi conteggi - soggetti purtroppo continui aggiornamenti - almeno 112 al momento.

A confermarlo, seppure indirettamente, il Presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, intervenuto solo qualche istante fa a SkyTg24. Fontana ha accertato 89 contagi nella sua regione, che sommati ai 17 in Veneto, i 2 in Emilia-Romagna, i 2 in Piemonte e i 2 nel Lazio portano i colpiti a 112, divisi tra 5 regioni.

Restano 2 i decessi, entrambi verificatisi nella giornata di ieri, mentre il centro principale dell’emergenza è la Lombardia, focolaio del virus e area soggetta alle maggiori restrizioni e alle più massicce misure d’emergenza.

Qui infatti vige il divieto di allontanamento e di ingresso, con presidi di forze di polizia e militari e sanzioni penali per chi viola le prescrizioni.

Coronavirus: oltre 100 contagi in Italia

L’aggiornamento sul numero dei casi di coronavirus ha subìto una rilevante novità qualche minuto fa, in arrivo dalle parole del presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana, che ha accertato 89 casi solo nella sua regione.

I casi, concentrati nel Nord Italia tra due principali centri d’emergenza, con i primi due casi registrati ieri sera nel milanese, e la decisione - confermata solo pochi istanti fa - di tenere le scuole chiuse per 1 settimana a Milano.

Al momento vige lo stop alle manifestazioni pubbliche, gite scolastiche, incontri sportivi e chiusura di scuole, negozi e musei, fermo dei concorsi, delle attività lavorative private e degli uffici pubblici, per oltre 50 mila persone in quarantena in 11 comuni: Vò Euganeo, Codogno, Castiglione d’Adda, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini, Castelgerundo e San Fiorano.

Da inserire in questo quadro anche il rinvio dei match della giornata di serie A Inter-Sampdoria, Atalanta-Sassuolo, Verona-Cagliari e Torino Parma.

Le misure approvate nella tarda serata di ieri al termine del CdM straordinario consegnano quindi un quadro di divieti e restrizioni molto severe:

“L’accesso ai servizi pubblici essenziali e agli esercizi commerciali per l’acquisto di beni di prima necessità è condizionato all’utilizzo di dispositivi di protezione individuale. A coloro che hanno avuto contatti stretti con casi confermati dovrà essere applicata la misura della quarantena con sorveglianza attiva”.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Coronavirus

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.