Coronavirus: ufficialmente guariti coniugi di Wuhan, primi pazienti COVID in Italia

Anna Maria Ciardullo

20/04/2020

24/08/2021 - 15:50

condividi

I coniugi di Wuhan, primi pazienti COVID in Italia, sono ufficialmente guariti. Un evento simbolico per il Lazio, che registra un drastico calo dei contagi.

La Regione Lazio ha reso noto che i due coniugi di Wuhan, primi pazienti COVID in Italia, sono ufficialmente guariti dal coronavirus.

Dopo essere stati precedentemente curati allo Spallanzani di Roma, i due cinesi sono stati dimessi dal San Filippo Neri dove si trovavano per la riabilitazione.

L’assessore alla Sanità della Regione, Alessio D’Amato, intervenuto in conferenza stampa, ha definito la giornata d’importanza simbolica: in concomitanza con le dimissioni della coppia, il Lazio ha registrato il dato più basso di contagi dal 12 marzo.

Ufficialmente guariti i coniugi di Wuhan, primi pazienti COVID in Italia

Era il 30 gennaio scorso quando l’Italia ha scoperto che il coronavirus era entrato ufficialmente anche nel nostro Paese, identificando i primi due contagi accertati. I coniugi provenienti da Wuhan si trovavano in Italia per un viaggio di piacere da circa 10 giorni, quando hanno manifestato i sintomi della malattia.

Sono stati i primi ad essere ricoverati in Italia perché ufficialmente positivi al coronavirus. I due turisti sono rimasti in cura fino a completa guarigione allo Spallanzani di Roma, da dove lo scorso 19 marzo sono stati dimessi per poi essere trasferiti al San Filippo Neri per completare la riabilitazione.

La coppia è ora in ottime condizioni di salute, entrambi hanno annunciato l’intenzione di scrivere una lettera di ringraziamento alle strutture sanitarie che li hanno avuti in cura e salvati.

Coronavirus: drastico calo dei contagi nel Lazio: i dati

Nelle ultime 24 ore a Roma e provincia sono stati registrati 42 nuovi casi di coronavirus (di cui 23 nella Capitale, ossia il 35,2% del totale) portando il numero di contagi accertati nel Lazio a 60, compresa la provincia di Roma.

Si tratta del dato più basso mai rilevato da oltre un mese, che mostra un trend in frenata all’1%, su un totale di 98 mila tamponi somministrati.

La spirale discendente interessa pure il numero di guariti e decessi, che si equivalgono, otto in entrambe le categorie nelle ultime 24 ore. Questi si accompagnano a un altrettanto calo dei ricoveri e dei pazienti in terapia intensiva. Il totale dei guariti nella Regione sale così a 1101, il 19% dei casi complessivi confermati.

Aumenta anche il distacco tra coloro che escono dalla quarantena forzata (17.647) e coloro che invece vi sono appena entrati (10.716) con una differenza di oltre 7 mila unità. Nel Lazio, dei casi finora confermati, il 24% è ricoverato in una struttura sanitaria, il 48% è in isolamento domiciliare e il 3% è in terapia intensiva.

Cogliendo l’occasione, nel commentare la buona notizia dei coniugi di Wuhan, primi pazienti positivi in Italia, che sono ufficialmente guariti, D’Amato ha aggiunto:

“Non dobbiamo ora vanificare gli sforzi, è il momento di stabilizzare questa discesa e continuare a lavorare e mantenere alta l’attenzione, soprattutto sulle case di riposo e le RSA”.

Argomenti

# Italia
# Roma

Iscriviti a Money.it