Coronavirus Bergamo, boom di richieste online per test sierologici

Martino Grassi

13/06/2020

17/01/2023 - 09:52

condividi

A Bergamo più di 5.700 persone hanno aderito alla campagna voluta dal sindaco Gori che prevede di effettuare i test sierologici a tutta la popolazione

Coronavirus Bergamo, boom di richieste online per test sierologici

A Bergamo, boom di richieste per effettuare il test sierologico, l’iniziativa voluta dal sindaco servirà per effettuare un test a tappeto su tutti i cittadini, soprattutto in vista del fatto che più della metà dei residenti è risultata essere positiva.

In sole 24 ore, più di 5.700 persone hanno richiesto di svolgere il test sierologico offerto dal Comune e alcuni privati. Nella prima fase verranno testati tutti i cittadini con un età compresa tra i 18 e i 64 anni. L’iniziativa prende il nome di “Cinquantamila test per Bergamo

Test sierologici, boom di richieste a Bergamo

Il progetto lanciato dal sindaco Gori è stato accolto di buon grado dai cittadini, che hanno aderito in massa all’iniziativa. Bergamo è una delle città che ha dovuto affrontare in modo più violento l’emergenza sanitaria del coronavirus, proprio per questo motivo il primo cittadino ha voluto dare “la possibilità di sottoporsi al test sierologico e, se necessario, al tampone gratuitamente.

La campagna è stata annunciata lo scorso giovedì 11 giugno e dal giorno successivo era possibile prenotare il test online. Il sindaco ha tuttavia fatto sapere che a breve sarà fornita anche una linea telefonica per procedere con la prenotazione tramite call center.

Gori ha inoltre precisato che in un primo momento sarà testata la “classe di età 18-64, che è quella della popolazione attiva, e poi, a seconda della risposta, avremo la possibilità di estenderlo anche ad altre fasce di età”, aggiungendo che “la dotazione iniziale è di 50 mila test sierologici e fino a 20 mila tamponi, che coprono il 70% circa del target: se aderisse il 50% potremo estenderlo anche agli over 65 mentre con un’adesione del 45% saremo in grado di farlo a tutti i cittadini di Bergamo dai 10 anni in su”.

Al via i prelievi per i test dal 15 giugno

A partire dal prossimo 15 giugno inizieranno i prelievi e si stima che ne verranno effettuati circa 2.000 al giorno, con la garanzia di ottenere i risultati in tempi relativamente brevi. L’iniziativa è stata realizzata in collaborazione con diverse realtà, tra cui Habilita, Humanitas, SynLab, Abbott, DiaSorin, Vodafone e in collaborazione con Avis, Croce Rossa Italiana Comitato di Bergamo, Associazione Nazionale Alpini Sezione di Bergamo e i volontari dei Rotaract della provincia di Bergamo, ha la collaborazione e la supervisione di Regione Lombardia e dell’Agenzia di Tutela della Salute di Bergamo. Il sindaco della città, Gori ha dichiarato:

“Questa operazione non ha precedenti. Stiamo cercando di ridare fiducia ai cittadini di Bergamo, una città che ha pagato un prezzo altissimo per l’epidemia di Covid. Pensiamo che questo sia modo per fare prevenzione e fare emergere gli ultimi casi positivi e darli in carico all’Ats che li seguirà secondo le procedure, con l’obiettivo di azzerare i contagi”.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it