Contributi INPS, scadenza saldo e acconto il 30 giugno 2021: calcolo e come pagare

Rosaria Imparato

25 Giugno 2021 - 17:31

condividi

La scadenza saldo e acconto dei contributi INPS 2021 è il 30 giugno: istruzioni su calcolo e base imponibile si trovano nella circolare INPS n. 88 del 21 giugno.

Contributi INPS, scadenza saldo e acconto il 30 giugno 2021: calcolo e come pagare

La scadenza per il versamento di saldo e acconto dei contributi INPS 2021 è il 30 giugno: le istruzioni per il calcolo di quanto dovuto sono state fornite dall’Istituto stesso con la circolare n. 88 pubblicata il 21 giugno.

Il pagamento di saldo 2020 e acconto (o prima rata) 2021 dei contributi INPS segue il calendario delle imposte sui redditi. A essere interessati dalla scadenza sono i soggetti iscritti alla Gestione degli artigiani e degli esercenti attività commerciali e del terziario, e i lavoratori autonomi iscritti alla Gestione separata.

Contributi INPS, scadenza saldo e acconto il 30 giugno 2021

Come anticipato, le modalità di versamento di saldo e acconto dei contributi INPS seguono le regole delle imposte sui redditi. Di conseguenza, le scadenze da segnare sono due:

  • il 30 giugno per il saldo 2020 e acconto (o prima rata) 2021;
  • il 30 novembre per il secondo acconto 2021.

Si può anche scegliere di versare saldo e acconto il 30 luglio, in questo caso con la maggiorazione dello 0,40%. Nella circolare n. 88 del 21 giugno 2021 l’INPS chiarisce che la maggiorazione dello 0,40% va indicata con specifiche causali rispetto ai contributi:

  • API per gli artigiani;
  • CPI per i commercianti;
  • DPPI nel caso dei liberi professionisti.

Contributi INPS 2021, saldo e acconto con pagamento a rate

Il versamento del saldo e acconto dei contributi INPS segue regole leggermente diverse per quanto riguarda la possibilità di rateizzare gli importi.

Commercianti e artigiani, infatti, possono pagare a rate solo i contributi dovuti sulla quota di reddito eccedente il minimale imponibile.

I liberi professionisti possono, invece, rateizzare il pagamento sia del saldo 2020 che dell’acconto 2021, seguendo le scadenze indicate dall’Agenzia delle Entrate nelle istruzioni del modello Redditi PF:

Ecco la tabella per i non titolari di partita IVA:

RATAVERSAMENTO INTERESSI % VERSAMENTO (*) INTERESSI %
30 giugno 30 luglio
20 agosto 0,33 20 agosto
31 agosto 0,66 31 agosto 0,33
30 settembre 0,99 30 settembre 0,66
2 novembre 1,32 2 novembre 0,99
30 novembre 1,65 30 novembre 1,32

(*) In questo caso l’importo da rateizzare va preventivamente maggiorato dello 0,40%.

Questi invece i riferimenti per i titolari di partita IVA:

RATA VERSAMENTO INTERESSI % VERSAMENTO (*) INTERESSI %
30 giugno 30 luglio
16 luglio 0,18 20 agosto 0,18
20 agosto 0,51 16 settembre 0,51
16 settembre 0,84 16 ottobre 0,84
16 ottobre 1,17 16 novembre 1,17
16 novembre 1,50

(*) In questo caso l’importo da rateizzare va preventivamente maggiorato dello 0,40%.

Calcolo saldo e acconto contributi INPS 2021

Come si calcola l’importo da versare per il saldo e acconto dei contributi INPS 2021? È sempre la circolare INPS in commento a fornire la risposta. I titolari di imprese artigiane e commerciali e i soci titolari di una propria posizione assicurativa devono versare i contributi non solo per se stessi, ma anche per per persone che operano nell’impresa.

In questo caso va compilata la sezione I del Quadro RR del modello Redditi 2021-PF. Per calcolare l’importo da versare, bisogna partire dal totale dei redditi d’impresa percepiti nel 2020, al netto delle eventuali perdite dei periodi d’imposta precedenti, scomputate dal reddito dell’anno.

I soci di S.r.l. iscritti alle Gestioni degli artigiani o dei commercianti hanno come base imponibile:

  • quanto dichiarato come reddito d’impresa;
  • la parte del reddito d’impresa relativo alla quota di partecipazione agli utili;
  • la quota del reddito attribuita al socio per le società partecipate in regime di trasparenza.

Lasciamo in allegato la circolare INPS per tutti i dettagli.

Circolare INPS n. 88 del 21 giugno 2021
Clicca qui per scaricare il file.

Iscriviti a Money.it