Concorso scuola personale ATA per oltre 1.500 posti: bando in arrivo. Requisiti e domanda

Un nuovo concorso scuola per personale ATA della scuola addetto alle pulizie, e per oltre 1.500 posti, è in arrivo con il bando che verrà pubblicato a breve. Si tratta della seconda fase di stabilizzazione degli ex LSU. Vediamo quali sono i requisiti e come fare domanda.

Concorso scuola personale ATA per oltre 1.500 posti: bando in arrivo. Requisiti e domanda

A breve un nuovo concorso scuola per il personale ATA addetto alle pulizie con il bando in arrivo e atteso per il 2021. Si tratta di oltre 1.500 posti riservati agli ex LSU, parte dei quali già assunti con precedente concorso a partire dallo scorso 1° marzo 2020.

Ricordiamo che gli ex LSU assunti dalle ditte private in appalto per le pulizie nelle scuole, dal 2020 sono stati assunti direttamente dal ministero dell’Istruzione con concorso scuola per titoli e servizio.

Ora per i posti residui e solo in alcune province, come il Miur ha annunciato ai sindacati, verrà bandito un nuovo concorso scuola per personale ATA addetto alle pulizie nelle scuole.

La prossima Legge di Bilancio, per coloro che sono stati inseriti con contratto part-time, porta anche la novità, che deve tuttavia essere confermata, di un aumento dello stipendio per passaggio al full time.

Vediamo ora nel dettaglio per il nuovo concorso scuola riservato al personale ATA quali sono i requisiti e come presentare la domanda secondo le prime anticipazioni.

Concorso scuola personale ATA, bando in arrivo: posti e requisiti

Concorso scuola personale ATA: il bando è in arrivo e i posti nel dettaglio per le prossime assunzioni sono 1.593, interi autorizzati dal MEF.

In particolare si tratta dei posti rimasti disponibili dopo le assunzioni degli ex LSU come dipendenti del Miur e quindi come personale ATA addetto alle pulizie con il concorso scuola dedicato di cui abbiamo detto che, bandito alla fine del 2019, si è protratto nel 2020 con i travagliati inserimenti a partire dal 1° marzo di quest’anno.

Ora nel dettaglio i requisiti per accedere al nuovo concorso scuola per personale ATA, in questa seconda fase di stabilizzazioni con assunzioni nel 2021, sono:

  • diploma di scuola secondaria di I grado, quindi licenza media;
  • aver svolto per almeno 5 anni (necessariamente devono essere compresi in questi il 2018 e 2019), anche non continuativi, nei servizi di pulizia e ausiliari presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, in qualità di dipendente a tempo determinato o indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento di tali servizi.

Vediamo ora nel dettaglio quando potrebbe arrivare il bando e quando fare la domanda.

Concorso scuola personale ATA: domanda

Per il concorso scuola riservato al personale ATA al fine di stabilizzare ex LSU con 5 anni di servizio per le pulizie nelle istituzioni scolastiche, il bando dal quale poi sarà possibile inoltrare la domanda immaginiamo arrivi entro dicembre.

Secondo quanto comunicano i sindacati infatti le assunzioni dovrebbero avvenire dal 1° gennaio 2021.

Lo scorso 9 novembre i sindacati hanno partecipato a un’informativa sul decreto interministeriale (ministero dell’Istruzione e i ministeri del Lavoro e delle Politiche Sociali, della Pubblica Amministrazione e dell’Economia e delle Finanze) il quale precede l’emanazione del bando per il concorso scuola per il personale ATA addetto alle pulizie e il quale dovrà aver ottenuto prima il parere del Consiglio Superiore della Pubblica Amministrazione.

Il Miur tuttavia ha informato che la procedura ricalcherà quanto previsto dal bando dello scorso anno. Pertanto la domanda per il concorso scuola per la stabilizzazione di coloro che diventeranno personale ATA a tutti gli effetti andrà fatta su base provinciale e ipotizziamo, al solito, tramite la piattaforma ministeriale di Istanze Online.

Il concorso, ma ricordiamo che si tratta più di una valutazione dei titoli e servizio, riguarderà solo le province dove ci sono posti liberi per personale ATA addetto alle pulizie.

La domanda inoltre, come per la prima fase di stabilizzazioni di ex LSU, potrà essere fatta solo nella provincia dove è presente l’istituzione scolastica dove si è prestato servizio negli ultimi anni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories