Concorso Polizia locale, comune di Napoli: bando da 268 posti, anche per diplomati

Simone Micocci

29/08/2022

29/08/2022 - 10:29

condividi

Concorsi pubblici, in scadenza il bando da 268 posti per il reclutamento nella Polizia locale del Comune di Napoli. Qui tutte le informazioni su requisiti, prove e invio della domanda.

Concorso Polizia locale, comune di Napoli: bando da 268 posti, anche per diplomati

Tra i concorsi pubblici in scadenza c’è anche quello del Comune di Napoli finalizzato all’assunzione di agenti e istruttori per la Polizia locale. Un bando che fa parte di una maxi selezione: tenendo conto anche degli altri profili professionali ricercati, infatti, il concorso interesserà un totale di 1.394 persone.

Il vantaggio è che per essere assunti non è richiesta necessariamente la laurea; per determinati profili, come appunto quello di agente della Polizia locale, è sufficiente il diploma per partecipare.

Come anticipato, però, i termini per l’iscrizione al concorso stanno scadendo: per l’invio della domanda di partecipazione, infatti, c’è tempo fino all’8 settembre, dopodiché non sarà più possibile candidarsi. Ecco perché bisogna affrettarsi, anche perché bisognerà prepararsi in maniera approfondita per affrontare le prove del concorso così da ottenere un buon punteggio e posizionarsi tra le posizioni utili della graduatoria.

Concorso Polizia locale Comune di Napoli: suddivisione dei posti

Il concorso bandito dal Comune di Napoli, per un totale di 1.394 posti, in parte riguarda anche il corpo della Polizia locale. I profili ricercati sono due e i posti, per un totale di 268 unità, sono così suddivisi:

  • 215 posti di agente di Polizia locale, categoria C, ai quali possono concorrere anche coloro che sono in possesso del solo diploma di scuola superiore;
  • 53 posti come istruttore direttivo della Polizia locale, categoria D, ai quali si può concorrere solamente con la laurea.

La suddivisione dei posti ci dà quindi una prima informativa riguardo ai requisiti per partecipare al concorso pubblico per la Polizia locale; ma ce ne sono altri che approfondiremo di seguito, insieme alle indicazioni sulle prove concorsuali.

Requisiti per il concorso della Polizia locale, Comune di Napoli

Per partecipare al concorso in oggetto bisogna essere in possesso dei requisiti necessari per poter rivestire le qualifiche di cui all’articolo 5 della legge n. 65 del 7 marzo 1986.

Allorché, è richiesto anche il possesso della patente di guida per motoveicoli e autoveicoli, nonché essere idonei allo svolgimento della professione nel rispetto della legislazione in materia.

Non possono partecipare coloro che non sono stati ammessi a prestare servizio militare non armato, o servizio sostitutivo civile, in quanto obiettori di coscienza.

Per quanto riguarda il profilo d’istruttore della Polizia locale, come visto sopra, è necessaria la laurea. A tal proposito, sono riconosciuti come validi i titoli acquisiti nei seguenti ambiti:

  • Laurea (L): Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36); Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16); Scienze economiche (L-33); Sociologia (L- 40), Scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18).
  • Diploma di laurea (DL): Giurisprudenza; Scienze politiche; Scienze dell’amministrazione; Economia e commercio; Sociologia.

Per i restanti 215 posti di agente di Polizia locale, invece, è sufficiente il diploma.

Prove concorso Polizia locale, Comune di Napoli

Il concorso bandito dal Comune di Napoli partirà molto probabilmente con una prova preselettiva. Tutto dipenderà dal numero di candidature inviate, ma tutto lascia presagire che la soglia minima che farà scattare l’obbligo della preselettiva verrà raggiunta.

A tal proposito, tale prova sarà così strutturata:

  • 20 test attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale,
  • 40 test diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione; diritto amministrativo, con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, disciplina del lavoro pubblico; diritto degli enti locali.

Ne seguirà una prova scritta, sempre con domande a scelta multipla, con la quale verrà verificata non solo la conoscenza di alcune specifiche materie, ma anche delle competenze digitali. Nel dettaglio, le materie del concorso Polizia locale del Comune di Napoli sono:

Profilo di agente:

  • elementi di diritto costituzionale e amministrativo;
  • elementi di diritto degli enti locali;
  • elementi di diritto penale;
  • compiti di Polizia giudiziaria e in materia di indagini preliminari;
  • ordinamento e funzioni della polizia locale;
  • illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio;
  • legislazione in materia di circolazione stradale;
  • nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • competenze digitali.

Per quanto riguara il profilo di istruttore, invece:

  • compiti di Polizia giudiziaria e in materia di indagini preliminari;
  • ordinamento e funzioni della polizia locale;
  • legislazione in materia di circolazione stradale;
  • nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio;
  • elementi di diritto costituzionale;
  • ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione socio-sanitaria;
  • diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso gli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;
  • disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici;
  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • competenze digitali.

E ancora, il concorso si concluderà con la prova orale, che verterà sulle suddette materie oltre che sulla verifica della conoscenza della lingua inglese, e con le prove di efficienza fisica, così strutturate:

Uomini

  • corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 4 minuti
  • salto in alto di una altezza di 105 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi;
  • 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti.

Donne

  • corsa di 800 metri piani da compiersi nel tempo massimo di 5 minuti
  • salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi;
  • 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2 minuti.

Come inviare la domanda

Come detto sopra, bisogna fare in fretta per inviare la propria candidatura. Anche perché, per l’invio dalla domanda (che potete inoltrare cliccando qui), è necessario avere una Pec, e non è detto che tutti ce l’abbiano.

Per candidarsi è richiesto anche lo Spid, oppure la carta d’identità elettronica, in quanto sono necessari per autenticarsi al sito dove inviare la propria candidatura.

Il termine è fissato all’8 settembre 2022.

Iscriviti a Money.it