Concorso Dogane per 1.226 posti: proroga bandi e nuovi requisiti. Come fare domanda

Concorso Dogane: proroga dei bandi per 1.226 posti totali riservati a laureati e diplomati. I decreti di rettifica inseriscono anche nuovi requisiti per entrambe le procedure. Vediamo quali sono le novità e come fare domanda.

Concorso Dogane per 1.226 posti: proroga bandi e nuovi requisiti. Come fare domanda

Concorso Dogane: prorogati i termini dei bandi per 1.226 posti riservati a diplomati e laureati.

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha decretato la rettifica dei bandi per le due procedure di concorso la cui scadenza era prevista per lo scorso 6 novembre.

I due decreti di rettifica dei bandi del concorso Dogane apportano anche delle modifiche ai requisiti di accesso alle selezioni sia per laureati che diplomati.

La decisione di rimandare di un mese la chiusura della presentazione delle domande per il concorso Dogane è dovuta, come chiariscono le rettifiche, sia a disservizi connessi al mancato funzionamento dei sistemi di identificazione SPID da parte di alcuni provider in concomitanza con lo scadere del termine iniziale e anche alle nuove disposizioni del governo per l’emergenza Covid - in ultimo ricordiamo il DPCM del 3 novembre in vigore proprio dal 6 - “che possono aver reso difficoltosa la produzione delle domande”.

Le domande per la partecipazione al concorso Dogane possono essere inviate entro il 7 dicembre 2020.

Vediamo nel dettaglio come sono divisi i 1.226 posti per le assunzioni di diplomati e laureati delle due procedure del concorso Dogane, requisiti (vecchi e nuovi) e come fare domanda.

Concorso Dogane: i bandi

Il concorso Dogane prevede 1.266 assunzioni per diverse figure professionali, funzionari e impiegati, per laureati e diplomati. Le due procedure di concorso fanno riferimento come abbiamo anticipato a due bandi:

  • uno per 766 posti terza area, fascia retributiva F1 di cui: 456 da inquadrare nel profilo professionale di funzionario doganale; 160 nel profilo professionale di ingegnere; 150 nel profilo professionale di chimico;
  • l’altro per 460 posti nella seconda area, fascia retributiva F3, con il profilo professionale di assistente doganale, presso gli uffici centrali e periferici dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli.

Si cercano laureati per la prima selezione e in particolare esperti in relazioni internazionali, ma anche ingegneri, architetti, chimici, esperti informatici, analisti dei mercati; diplomati invece per assistente doganale. Le assunzioni sono a tempo indeterminato e dovrebbero coprire le diverse sedi dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in Italia.

I posti per entrambe le procedure del concorso Dogane sono divisi per codice ciascuno riferito una figura professionale e che i bandi in allegato riportano in modo chiaro ed esaustivo. Riportiamo di seguito anche i decreti di rettifica agli stessi.

Concorso Dogane
Bando per 460 posti per diplomati.
Concorso Dogane
Bando per 766 posti per laureati.

Concorsi Agenzia delle Dogane: requisiti

Vediamo nel dettaglio per il concorso Dogane, al di là della laurea richiesta per ciascun codice di concorso consultabile in modo dettagliato nel bando per 766 posti, quali sono i requisiti generali previsti dai due bandi per partecipare alle selezioni, prima di vedere i nuovi requisiti della rettifica.

I candidati per il concorso Dogane devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure titolarità di uno degli altri status previsti dall’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001 (per i dettagli consultare il bando);
  • idoneità fisica all’impiego;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero dichiarati decaduti o licenziati da un impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito lo stesso mediante presentazione di documenti falsi e, comunque, con mezzi fraudolenti;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici o, in ogni caso, per reati contro la pubblica amministrazione o per reati aventi come soggetto passivo la pubblica amministrazione;
  • per i candidati di sesso maschile, posizione regolare nei confronti del servizio di leva, secondo la normativa applicabile.

Concorso Dogane: nuovi requisiti per laureati e diplomati

Vediamo ora per il concorso Dogane quali sono i nuovi requisiti per laureati e diplomati introdotti dalle due rettifiche ai bandi.

Per quanto concerne il Concorso Dogane per diplomati si stabilisce che l’iscrizione al codice di concorso ADM/ASM sia estesa a tutti i candidati in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto.

Per quanto riguarda la procedura per laureati del concorso Dogane si stabiliscono le seguenti modifiche:

  • l’iscrizione al codice di concorso ADM/FAMM (funzionario doganale - esperto nel settore amministrativo/contabile) è estesa anche a coloro che sono in possesso della laurea in Scienze della formazione e dell’educazione (L-19) oppure Scienze dell’educazione, Scienze della formazione primaria, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99. Il numero dei posti da 100 è stato ridotto a 75;
  • l’iscrizione al codice di concorso ADM/AQ (funzionario doganale - settore statistico/matematico) è stata estesa anche a coloro che sono in possesso del diploma di laurea in Astronomia;
  • l’iscrizione al codice di concorso ADM/FRI (funzionario doganale - esperto nel settore delle relazioni internazionali) è stata estesa a coloro che sono in possesso di una laurea, laurea magistrale o diploma di laurea, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99 senza alcuna distinzione.

I 25 posti in meno per il codice di concorso ADM/FAMM di cui sopra vengono invece compensati con i 25 posti in più per il profilo di chimico-biologo per il quale è necessaria l’abilitazione all’esercizio della professione di biologo e iscrizione all’ordine nazionale dei biologi, sezioni A o B, istituite con D.P.R. n. 328 del 2001.

Rettifica bando laureati concorso Dogane .pdf
Rettifica al bando per laureati del concorso Dogane. Proroga termini e nuovi requisiti.
rettifica bando diplomati concorso Dogane .pdf
Rettifica bando per diplomati del concorso Dogane. Proroga termini e nuovi requisiti.

Concorso Dogane: le prove

Per il concorso Dogane le prove sono tre. Per i 766 posti per laureati sono così divise:

  • preselettiva (eventuale);
  • due prove scritte;
  • prova orale.

Per i 460 posti per diplomati le prove del concorso sono:

  • una prova preselettiva (eventuale);
  • una o due prove scritte in relazione al codice di concorso per cui si partecipa;
  • una prova orale o teorico pratica in relazione al codice di concorso per cui si partecipa.

La prova preselettiva in entrambi i casi si tiene qualora il numero dei candidati per ciascun codice di concorso sia pari o superiore a quattro volte il numero dei posti messi a concorso. Si tratterebbe tuttavia in un test a risposta multipla nel caso dei 766 posti le domande sono 60, per i 460 sono invece 50 con tre opzioni di risposta di cui solo una e corretta.

A ciascuna risposta è attribuito il seguente punteggio: risposta esatta: +1 punto; risposta non data o risposta multipla o non valida: 0 punti; risposta errata: -0,33 punti.

Le comunicazioni relative alle date e alle sedi, anche decentrate, di svolgimento della prova preselettiva saranno rese note tramite avviso pubblicato sul sito internet dell’Agenzia. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti gli effetti. Anche le successive comunicazioni verranno date al medesimo indirizzo. Vediamo ora come fare domanda per i concorsi all’Agenzia delle Dogane.

Come fare domanda per il concorso Dogane

La domanda per le due procedure del concorso Dogane va presentata in via telematica sul sito della stessa a un link specifico attivo.

La domanda va presentata entro le ore 23.59 del prossimo 7 dicembre 2020. I candidati ai concorsi devono utilizzare per l’accesso alla piattaforma telematica una delle seguenti modalità:

  • la propria Tessera Sanitaria – Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID).

La ricevuta d’invio della domanda a riscontro delle dichiarazioni rese sarà inviata sia all’indirizzo PEC fornito sia al secondo indirizzo non PEC indicato dal candidato nella domanda di partecipazione ai concorsi presso l’Agenzia delle Dogane. Nella domanda il candidato dovrà inserire i dati anagrafici, recapiti e dichiarare di essere in possesso dei requisiti previsti dal bando di riferimento.

Per la partecipazione al concorso Dogane i candidati dovranno anche pagare un contributo per le spese di segreteria pari a 10,33 euro mediante bonifico secondo le coordinate bancarie indicate da ciascun bando. Il contributo non è rimborsabile.

Nelle rettifiche ai bandi si specifica che i candidati che hanno già presentato domanda prima della riapertura dei termini del concorso Dogane non sono tenuti a presentarne una nuova, salvo che, a fronte dei nuovi requisiti previsti, vogliano candidarsi per un differente codice concorso. L’Agenzia prenderà in considerazione l’ultima domanda inviata per la quale sarà necessario pagare un nuovo contributo di partecipazione.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories