Concorso Guardia di Finanza: nuovo bando in Gazzetta Ufficiale

Concorsi pubblici, nuovo bando in Gazzetta: via al reclutamento di 60 allievi ufficiali per la Guardia di Finanza.

Concorso Guardia di Finanza: nuovo bando in Gazzetta Ufficiale

In Gazzetta Ufficiale (la n° 6 del 21 gennaio 2020) è stato pubblicato il bando per un nuovo concorso della Guardia di Finanza, finalizzato al reclutamento di 60 allievi ufficiali del ruolo normale, sia per il comparto ordinario che per l’aeronavale.

Al termine del concorso per i candidati che risulteranno vincitori avrà inizio il corso in Accademia, il quale ha una durata triennale (due anni come allievo ufficiale e un altro anno con il grado di sottotenente); concluso il triennio, questi saranno poi ammessi al corso di applicazione di durata biennale (un anno da sottotenenente e un anno nel grado di tenente).

Anche se particolarmente impegnativo, quindi, il nuovo concorso per la Guardia di Finanza è un’occasione da non perdere per tutti coloro che hanno sempre sognato una carriera nelle Forze dell’Ordine (qui tutti gli altri concorsi in programma quest’anno), specialmente se nelle Fiamme Gialle.

Come vedremo meglio di seguito (ma per maggiori dettagli potete anche consultare il bando), lo svolgimento del concorso prevede due prove scritte (di cui un test preliminare) e una prova orale, oltre ai vari test fisici e attitudinali per l’accertamento dell’idoneità allo svolgimento del servizio. La scadenza del bando, invece, è prevista per il 21 febbraio 2020.

Concorso Guardia di Finanza, 60 allievi ufficiali: chi può partecipare?

Sono ammessi alla prova preselettiva del nuovo concorso per la Guardia di Finanza tutti coloro che soddisfano i requisiti generalmente richiesti per la partecipazione ai concorsi pubblici (godimento dei diritti civili e politici, non essere stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione…).

Per quanto riguarda il titolo di studio, invece, è richiesto il possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado, valido ai fini dell’iscrizione ad un corso di laurea. Sono ammessi con riserva coloro che conseguiranno il diploma nell’a.s. 2019-2020.

Ci sono poi dei limiti di età da soddisfare. In particolare, per coloro che non fanno parte dei corpi della Guardia di Finanza è richiesto il compimento del 17° anno di età, nonché il mancato superamento del giorno di compimento del 22° anno di età. Per intenderci, possono partecipare i nati nel periodo che va dal 1° gennaio 1998 al 1° gennaio 2003 (estremi esclusi).

Ci sono limiti differenti per gli appartenenti al ruolo ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri (compresi gli allievi marescialli e gli allievi finanzieri del Corpo). Questi, infatti, non devono aver superato il giorno del compimento del 28° anno di età.

Concorso allievi ufficiali Guardia di Finanza: come è strutturato

Lo svolgimento del concorso comprende varie fasi, a partire da una prova preliminare consistente in test logico-matematici e culturali. La sede e le modalità di svolgimento della suddetta prova (per la quale sarà disponibile una banca dati delle domande) saranno pubblicate con la Gazzetta Ufficiale in uscita il 25 febbraio 2020.

I candidati che otterranno un miglior punteggio alla prova preselettiva saranno ammessi alla prova scritta. Questi dovranno recarsi - senza attendere alcuna convocazione - il 12 marzo 2020, alle ore 08:00, presso la sede che verrà resa nota prossimamente; la prova - della durata di sei ore - consiste nello svolgimento di un tema di cultura generale unico per tutti i candidati, con programma adeguato a quello degli istituti di istruzione secondaria di II grado.

Successivamente bisognerà sostenere le prove fisiche, ossia:

  • salto in alto, corsa piana di 1.000 metri e piegamenti sulle braccia per il comparto ordinario, a cui si aggiunge una prova facoltativa a scelta tra corsa piana 100 metri e nuoto stile libero per 25 metri;
  • salto in alto, corsa piana 1.000 metri e nuoto stile libero per 25 metri per il comparto aeronavale, a cui si aggiunge una facoltativa a scelta tra corsa piana 100 metri e piegamenti sulle braccia.

Poi sono in programma gli accertamenti dell’idoneità psico-fisica e di quella attitudinale. Il concorso si conclude con la prova orale che verte sulle seguenti materie:

  • storia ed educazione civica
  • geografia
  • matematica
  • lingua inglese

Contestualmente il candidato può scegliere se prendere parte anche ad una prova facoltativa in un’altra delle lingue straniere indicate nel bando, o anche ad una di informatica, così da aumentare il proprio punteggio.

Concorso Guardia di Finanza: invio della domanda

La domanda di partecipazione al concorso, come anticipato, va compilata esclusivamente tramite la procedura telematica, disponibile al seguente indirizzo:

La scadenza, inderogabile, per l’invio della domanda è prevista per il 21 febbraio alle ore 12:00; si ricorda che i concorrenti devono essere necessariamente in possesso di un account di posta elettronica certificata (PEC).

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Guardia di Finanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.