Concorso per 1.000 agenti dell’innovazione e dell’efficienza: l’annuncio di Brunetta

Antonio Cosenza

15/04/2021

15/04/2021 - 14:42

condividi

Concorsi pubblici, nuova maxi selezione annunciata da Brunetta: a disposizione delle regioni una task force ci 1.000 agenti esperti in innovazione ed efficienza.

Concorso per 1.000 agenti dell'innovazione e dell'efficienza: l'annuncio di Brunetta

Annunciato un nuovo concorso pubblico per 1.000 posti. Serviranno per dare attuazione dei progetti previsti dal Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Lo avevamo anticipato: il 2021 sarà l’anno dei concorsi pubblici. Il blocco imposto causa pandemia sarà presto un lontano ricordo, in quanto il nuovo Governo ha intenzione di investire sul capitale umano una parte del Recovery Plan, puntando su nuovi concorsi per reclutare le professionalità di cui la Pubblica Amministrazione ha bisogno per attuare le riforme in programma.

Dopo il bando per il reclutamento per 2.800 tecnici che saranno destinati alle sole Regioni del Sud Italia, sempre per la gestione dei fondi europei (ma non solo quelli in arrivo dal Recovery visto che principalmente in questo caso si tratta dei progetti che verranno attuati perlopiù con i fondi della politica di coesione), ecco in arrivo un altro maxi concorso. Sono 1.000 le assunzioni annunciate da Brunetta, al fine di reclutare una serie di figure che verranno messe a disposizione degli enti locali per tutta quella serie di “operazioni complesse” necessarie per dare attuazione dei progetti del PNRR.

Concorso pubblico per 1.000 agenti dell’innovazione e dell’efficienza

L’approvazione del PNRR mette in risalto un problema: la Pubblica Amministrazione potrebbe non avere le professionalità adeguate per attuare i nuovi progetti. Ma si tratta di una sfida che l’Italia non può sbagliare, ed è per questo che si punterà su nuovi concorsi pubblici per reperire il personale di cui si ha bisogno.

In quest’ottica si colloca il nuovo concorso pubblico per 1.000 agenti dell’innovazione e dell’efficienza, il cui bando - che non è ancora stato pubblicato - è stato anticipato dal Ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta.

Nel dettaglio, si tratterà di un pool di esperti in:

  • valutazioni ambientali;
  • valutazioni sismiche;
  • urbanistica;
  • edilizia;
  • paesaggio;
  • infrastrutture.

Ovviamente, quindi, si tratterà di personale altamente qualificato: non solo laurea e abilitazioni, ma anche diversi anni di esperienza nel settore saranno molto probabilmente tra i requisiti del bando.

Ad occuparsi della gestione di questa task force - per la quale si seguirà l’esempio del concorso per 2.800 tecnici per il Sud, premiando quindi i titoli e prevedendo un’assunzione a tempo determinato - saranno le regioni. Queste professionalità, in base agli accordi che verranno sottoscritti dall’Anci, saranno distribuite dunque agli enti locali che si troveranno in maggiore difficoltà nell’attuazione dei vari interventi.

Concorso per 1.000 agenti dell’innovazione e dell’efficienza: quando esce il bando?

Sull’uscita del bando non sono ancora chiare le tempistiche, ma Brunetta ha garantito che ci sarà:

Abbiamo un accordo interistituzionale in Conferenza Unificata, figlio del decreto legge 76/2020, che prevede 1.000 agenti dell’innovazione e dell’efficienza. Abbiamo non solo la volontà, ma l’obbligo e il dovere di attuare questo accordo.

L’intenzione, quindi, c’è e le nuove modalità adottate per i concorsi pubblici dovrebbero velocizzare il loro reclutamento. Sappiamo comunque che molto probabilmente per questo nuovo concorso verrà utilizzata la nuova piattaforma per il reclutamento, anche questa annunciata da Brunetta: si tratterà di un sistema unificato che potrà essere utilizzato sia dalle singole amministrazioni che dai dipendenti pubblici, come pure da coloro che intenderanno candidarsi ai concorsi.

Iscriviti a Money.it