Concorsi pubblici, nel Lazio bando da 600 posti: requisiti, profili ricercati e data di uscita

Simone Micocci

28 Giugno 2022 - 12:01

condividi

Bando di concorso per 600 posti nei centri per l’impiego della Regione Lazio in uscita in Gazzetta ufficiale: ecco cosa sappiamo a riguardo.

Concorsi pubblici, nel Lazio bando da 600 posti: requisiti, profili ricercati e data di uscita

Un nuovo bando di concorso sta per essere pubblicato dalla Regione Lazio, finalizzato al completamento del programma di potenziamento dei centri per l’impiego del territorio.

Indiscrezioni riferiscono che il bando potrebbe essere pubblicato già oggi, o comunque entro il mese di luglio; le assunzioni, che dovrebbero essere completate entro fine anno, riguarderanno 600 nuovi profili. Un concorso su cui nei mesi scorsi si era già espresso l’assessore al Lavoro della Regione Lazio, Claudio Di Berardino, annunciando un nuovo piano di potenziamento dei centri per l’impiego dopo quello già avviato nel 2019 con l’assunzione di 355 esperti del mercato del lavoro e di altri profili professionali. Lo stesso Di Berardino è tornato sull’argomento in questi giorni, confermando l’imminente pubblicazione del bando.

Con la pubblicazione del nuovo bando di concorso per centri per l’impiego da 600 profili, il Lazio si conferma così come una delle Regioni più attive nel programma di potenziamento dei servizi pubblici per il lavoro finanziato dal decreto n. 4 del 2019, poi convertito dalla legge n. 26 del 2019, lo stesso con il quale è stato introdotto il reddito di cittadinanza.

D’altronde, proprio il reddito di cittadinanza, come pure il nuovo programma di politica attiva chiamato Gol, necessitano di centri per l’impiego dotati di sufficiente personale, e adeguatamente preparato, per far fronte alle nuove sfide del mercato del lavoro. Un piano che nel complesso dovrà portare in tutta Italia all’assunzione di oltre 11 mila operatori nei centri per l’impiego, con alcune regioni che tuttavia sono ancora indietro.

Concorso centri per l’impiego Lazio: cosa sappiamo

Nel corso del convegno dal titolo “Gol, il nuovo programma di garanzia di occupabilità dei lavoratori, le misure e le opportunità nella Regione Lazio”, l’assessore al Lavoro della regione Lazio, ha svelato che un nuovo bando per il potenziamento dei centri per l’impiego del territorio verrà pubblicato a giugno.

Oggi, martedì 28 giugno, è dunque l’ultimo giorno utile per la pubblicazione in Gazzetta ufficiale, per questo consigliamo di monitorare il numero in uscita nella tarda serata. Potrebbe comunque esserci qualche giorno di ritardo, ma quel che sembra certo è che il bando verrà comunque pubblicato entro la fine del mese prossimo.

Come spiegato da Di Berardino, l’intenzione della regione Lazio era di assumere 1.100 persone nei centri per l’impiego. Per il momento, con il concorso bandito nel 2019, se sono stati assunti - e sono già in servizio - circa la metà: la restante parte, 600 posti, sarà invece assunta con il prossimo concorso.

L’assunzione avverrà in tempi brevi: a differenza del concorso bandito nel 2019, infatti, questo avrà delle procedure semplificate come voluto dall’attuale ministro della Funzione pubblica, Renato Brunetta. L’obiettivo della Regione Lazio, infatti, è di fare il possibile affinché coloro che risultino vincitori di questo concorso potranno essere inseriti nei centri per l’impiego già entro la fine del 2022.

Probabile, quindi, lo svolgimento di una sola prova scritta, senza orale, ma certezza si avrà solamente con la pubblicazione del bando di concorso.

Chi potrà candidarsi al concorso per i centri per l’impiego della regione Lazio

I 600 posti riguarderanno diversi profili. Ad esempio, come spiegato da Di Berardino, ci sarà una parte destinata al ruolo di mediatori culturali, mentre - così come per il precedente concorso - gli altri profili dovrebbero riguardare gli esperti del mercato e servizi per il lavoro, come pure gli assistenti del mercato e dei servizi per il lavoro.

In ogni caso, per partecipare al concorso sarà richiesta la laurea, con gli ambiti che differiscono dal profilo per il quale si concorre.

Resta da capire se ci saranno delle riserve, o comunque dei punteggi aggiuntivi, per coloro che in questi mesi sono stati impiegati come navigator. A proposito di questi professionisti: sembra che la regione Lazio stia valutando, proprio nell’attesa di completare il piano di potenziamento dei centri per l’impiego del territorio, di avvalersi della possibilità di avvalersi dei navigator per altri tre mesi (che si aggiungono alla nuova collaborazione di due mesi sottoscritta lo scorso giugno).

Iscriviti a Money.it