Concorsi Forze dell’Ordine, la Procura indaga: ecco quali rischiano di essere annullati per irregolarità

Concorsi Polizia, Carabinieri, Esercito e Finanza: molti di quelli che si sono tenuti quest’anno rischiano di essere annullati. La Procura di Napoli, infatti, sta indagando su presunte irregolarità nello svolgimento delle prove.

Concorsi Forze Armate e dell’Ordine: dopo la decisione del Capo della Polizia, Franco Gabrielli, di annullare le prove scritte per il concorso valido per il reclutamento di 559 allievi agenti, si profila l’ipotesi cancellazione anche per altri concorsi pubblici.

La Procura di Napoli, infatti, sta indagando sullo svolgimento di alcuni concorsi per le Forze Armate che si sono tenuti nel corso dell’anno, così da verificare se ci siano state delle irregolarità.

E nel caso in cui questi concorsi venissero annullati, bisognerebbe ricominciare da capo l’intero processo di selezione. Nel corso dell’inchiesta la Procura di Napoli sta indagando sul sospetto di ricorsi e aiuti dall’interno e fino ad oggi sono stati emessi ben 24 decreti di perquisizione. I reati ipotizzati dalla Procura, nel dettaglio dalla sezione diretta dall’aggiunto Alfonso D’Avino, (il fascicolo è a firma del PM Stefania Buda), sono:

  • induzione indebita a dare o promettere utilità;
  • concussione;
  • corruzione per istigazione.

Se questi reati venissero accertati si tratterebbe di uno scandalo senza precedenti, perché rischierebbero di essere annullati ben 7 concorsi pubblici per Forze Armate e dell’Ordine.

Le indagini sono ancora in corso e ad oggi sono stati sequestrati tantissimi documenti e dati contenuti in pennette USB, computer, smartphone e supporti informatici di vario tipo. Ma quali sono i concorsi pubblici che rischiano di essere ripetuti a causa di infiltrazioni di tipo criminale? Vediamolo di seguito.

Irregolarità (presunte) nei concorsi di Forze Armate e dell’Ordine: quali verranno annullati?

Al momento la Procura di Napoli sta indagando sullo svolgimento di 7 concorsi pubblici. Ecco di quali si tratta:

  • agenti della Penitenziaria;
  • allievi marescialli del ruolo ispettori dell’Arma;
  • carabinieri in ferma breve;
  • VFP4 nell’Esercito;
  • VFP4 nella Marina Militare;
  • VFP4 nella Capitaneria di Porto;
  • VFP4 nell’Aeronautica Militare;
  • concorso per allievi agenti marescialli della Guardia di Finanza.

Questi concorsi pubblici quindi potrebbero avere la stessa sorte di quello per il reclutamento di 529 allievi agenti che si è tenuto quest’anno. Nel caso in cui le irregolarità venissero confermate, infatti, ci sarebbe la cancellazione delle prove scritte e il concorso si dovrebbe ripetere.

Concorso Polizia di Stato per 559 allievi agenti: perché è stato annullato?

Nel frattempo il Capo della Polizia Franco Gabrielli ha emanato una circolare con cui ha deciso di bloccare il concorso per 559 allievi agenti, revocare la commissione esaminatrice e l’avvicendamento del personale dell’ufficio attività concorsuali. Il motivo? A quanto pare ci sono state delle irregolarità nello svolgimento delle prove scritte, come testimoniato da diverse denunce dei candidati al concorso e da molte inchieste giornalistiche.

Nel dettaglio, il sospetto è scaturito dal risultato ottenuto alle prove scritte: ben 767 candidati, su un totale di 14.028, hanno ottenuto una votazione superiore al 9. Tra questi, 194 aspiranti poliziotti non hanno commesso neppure un errore.

Il Procuratore aggiunto Alfonso D’Avino, lo stesso che sta indagando anche sugli altri concorsi, è stato allertato dal fatto che la maggior parte di questi candidati proviene dal casertano, dove sono situate molte agenzie formative che organizzano corsi di preparazione ai concorsi. Insomma, visto questo clima di sospetti e indagini giudiziarie il Capo della Polizia ha deciso di far ripetere il concorso.

Ma come abbiamo appena visto, questo potrebbe essere solamente il primo di una lunga serie di concorsi pubblici ad essere annullato.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories