Come si chiuderà il 2022? 4 scenari per i mercati e per l’economia

Violetta Silvestri

25/06/2022

25/06/2022 - 17:48

condividi

La seconda metà del 2022 suscita interesse e preoccupazione tra le grandi banche: come finirà l’anno? Gli esperti di UBS hanno previsto ben 4 scenari possibili, dalla stagflazione al crollo totale.

Come si chiuderà il 2022? 4 scenari per i mercati e per l'economia

Come finirà il 2022, anno iniziato in modo così inaspettato e turbolento per mercati ed economia globale?

Le banche di investimento di Wall Street sono impegnate a indicare ai clienti cosa dovrebbero aspettarsi nella seconda metà di quello che è stato un anno straordinario, mentre le azioni statunitensi si avviano verso il peggior inizio tra decenni.

JP Morgan Chase, Barclays, UBS, Citigroup e altri nelle ultime settimane o due hanno pubblicato le loro prospettive su ciò che gli investitori dovrebbero aspettarsi nella seconda metà del 2022. Il tema che le unisce c’è: l’incertezza.

Ciò è in gran parte dovuto al fatto che i mercati dipenderanno dalla politica della Federal Reserve, si scrive su un’analisi di Marketwatch. Con i funzionari che segnalano l’intenzione di rimanere dipendenti dai dati, la direzione della politica monetaria dipenderà inevitabilmente dall’evoluzione dell’inflazione nei prossimi mesi.

Gli Usa sono in focus e viaggiano in un labile equilibrio tra crescita e recessione. Per UBS sono in gioco ben 4 scenari per la potenza americana, tutti orientati, pur con gradi diversi, a una situazione in peggioramento.

Mercati ed economia: 4 scenari di previsione

Il team di UBS, colosso bancario svizzero, ha suddiviso le proprie prospettive per il restante 2022 in 4 scenari: stagflazione, reflazione (situazione in cui aumenta l’inflazione con immissione di liquidità e si avvia una ripresa economica), atterraggio morbido (in seguito alla politica della Fed), crollo e ha delineato quale potrebbe essere la reazione delle azioni e delle obbligazioni in ciascun caso.

Per gli asset di rischio, le condizioni migliori sarebbero un atterraggio morbido o una reflazione, con gli investitori che vedrebbero le pressioni inflazionistiche moderate, mentre l’economia statunitense evita una recessione. Nello scenario della stagflazione, l’inflazione ostinata e la crescita tiepida spingerebbero al ribasso sia le azioni che le obbligazioni, segnando essenzialmente una continuazione dei modelli di trading visti finora quest’anno, dove entrambi i marcati hanno subito una battuta d’arresto.

L’evoluzione peggiore per le azioni sarebbe il crollo economico, che probabilmente comporterebbe una recessione abbastanza grave da provocare un drammatico cambiamento nelle aspettative sui profitti aziendali. Tuttavia, in questo scenario, il team di UBS prevede che lo shock della crescita costringerebbe la Federal Reserve a considerare di ridurre i tassi di interesse più rapidamente.

1.Stagflazione

Per il team UBS, nel caso di una stagflazione, azioni e obbligazioni sono destinate a cadere ancora. Con i timori che la Fed resti indietro nella lotta all’inflazione e con questo tema al centro dei mercati, i rendimenti dei bond sono stimati ancora in aumento. Diventando, quindi, meno attrattive, le azioni crolleranno.

Come investire? Diversificare con hedge fund e puntare su una strategia della liquidità.

2.Atterraggio morbido

Pur con un’inflazione elevata, in questo scenario si prevede una fiducia degli investitori nella capacità della Fed di tenerla sotto controllo. I rendimenti obbligazionari non sono visti impennare ancora e il rally delle azioni rimane modesto, con i profitti societari lontani sia da stime di crollo che da quelle di una grande crescita.

Come investire? Puntare sulle azioni value.

3.Reflazione

Torna l’attrazione degli asset di rischio, grazie a una combinazione positiva di inflazione in discesa, cessate il fuoco in Ucraina, fine delle politiche Covid in Cina, ripresa forte dell’occupazione. Le azioni sono viste in rally.

Come investire? Puntare sulla crescita a lungo termine.

4.Crollo economico

Il crollo della domanda prospettano l’affondo di inflazione e profitti, con un calo delle azioni. La Fed prende in considerazione il taglio dei tassi, con supporto quindi dei bond.

Come investire? Puntare su titoli difensivi e di qualità.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.