Come revocare la delega sindacale e non avere più la trattenuta sulla pensione

Lorenzo Rubini

21/09/2022

21/09/2022 - 15:46

condividi

Capita a molti pensionati di avere una trattenuta sulla pensione per la delega sindacale. Ma può essere revocata in qualsiasi momento.

 Come revocare la delega sindacale e non avere più la trattenuta sulla pensione

Non tutti i pensionati lo sanno, ma se hanno presentato domanda di pensione tramite un sindacato potrebbero avere sul rateo pensionistico l’applicazione della quota associativa. Si tratta della trattenuta sindacale che, salvo esplicita richiesta, va a pesare sulla pensione ogni mese. Se la trattenuta è applicata è possibile vederla sul cedolino mensile della pensione. Ma non tutti i pensionati guardano questo documento che l’INPS mette a disposizione tutti i mesi.

A questo proposito rispondiamo alla domanda di un lettore di Money.it che ci scrive:

Buongiorno,
sono in pensione da circa un anno e solo oggi, guardando il cedolino della pensione mi sono accorto di una voce relativa alla trattenuta sindacale. Non è una cifra altissima, visto che mi trattengono poco più di 5 euro al mese, ma non ne sapevo nulla e vorrei capire se è possibile eliminare questa voce dalla mia pensione o se, invece, sono obbligato a continuare a versarla. Intanto vi ringrazio dell’attenzione e vi faccio molti complimenti per il servizio che offrite a noi lettori.

FAC-SIMILE disdetta sindacale: modulo e guida alla compilazione

Revoca della trattenuta sindacale

Il pensionato che versa la quota associativa al sindacato dalla propria pensione, può procedere alla revoca di tale delega in qualsiasi momento. Ma perché si paga la quota associativa al sindacato? Solitamente per presentare la domanda di pensione ci si rivolge ad un patronato che a sua volta ha un sindacato di rappresentanza.

Nella maggior parte dei casi il pensionato che paga la quota associativa ha degli sconti sui servizi offerti dal sindacato stesso. Ad esempio la compilazione del 730 ad un prezzo vantaggioso, la compilazione dell’IMU, o di F24 che, eventualmente si devono pagare. Prima di procedere alla revoca della delega sindacale, quindi, è sempre bene informarsi presso il sindacato per capire quali servizi, poi, potrebbero venire meno.

La revoca della trattenuta sindacale, come abbiamo detto, può essere presentata in qualsiasi momento ed il pensionato può procedere in diversi modi. Il più semplice è quello che prevede l’utilizzo del servizio online messo a disposizione dall’INPS sul suo sito istituzionale. Basta accedere alla sezione relativa alla “Gestione deleghe sindacali su trattamenti pensionistici”. In questa pagina è possibile cliccare, se risultano deleghe attive, “Revoca Delega esistente”.In alternativa ci si può rivolgere ad un sportello dell’INPS o inviando una PEC o una raccomandata allo stesso istituto allegando anche un documento di riconoscimento. L’effetto della revoca avrà effetto dalla prima disposizione di pagamento seguente alla presentazione della stessa.
«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Argomenti

Iscriviti a Money.it