Cina protagonista dei mercati con il caos Covid: azioni in rosso

Violetta Silvestri

28 Dicembre 2022 - 08:29

La Cina e la sua lotta contro il Covid restano al centro dell’attenzione dei mercati: l’Asia crolla, tranne Hong Kong tra le speranze nella riapertura e i timori di una caduta nel caos contagi.

Cina protagonista dei mercati con il caos Covid: azioni in rosso

I mercati asiatici guardano alla Cina in questi ultimi giorni dell’anno segnati da una crisi pandemica di nuovo acuta nel dragone.

Nello specifico, le azioni in Asia oscillano tra perdite e guadagni in scambi instabili, mentre gli investitori cercano una direzione dopo che Pechino ha compiuto ulteriori passi verso la riapertura della sua economia colpita dal Covid, con le preoccupazioni per un rallentamento economico che pesano sul sentiment.

Tra gli investitori domina la massima cautela. L’ottimismo per un rally nell’ultima settimana di negoziazione del 2022 sta perdendo forza e non sembra esserci una nuova direzione per i mercati finanziari in questo anno drammatico.

Le azioni globali hanno perso un quinto del loro valore, il più grande calo dal 2008 su base annua, e un indice delle obbligazioni globali è crollato del 16%. Il dollaro è salito del 7% e il rendimento a 10 anni degli Stati Uniti è balzato oltre il 3,80% da appena l’1,5% alla fine del 2021.

La Cina allenta le restrizioni, ma il Covid avanza. Mercati giù

In Asia, solo Hong Kong guadagna con una chiusura che si appresta a segnare un +1,70% circa. Gli altri indici archiviano la giornata in rosso. Shanghai ha perso lo 0,26% e Shenzhen lo 0,86%.

Il mercato azionario di Hong Kong è salito anche del 2% durante le negoziazioni, incoraggiato dall’annuncio della Cina che avrebbe smesso di richiedere ai viaggiatori in entrata di andare in quarantena a partire dall’8 gennaio.

L’aumento dei casi nel Dragone, però, sta mettendo a dura prova la grande nazione e sotto pressione gli ospedali, con gli investitori che hanno smorzato l’entusiasmo.

Non solo, i rapporti secondo cui la Cina abbandonerà i requisiti di quarantena per i visitatori in entrata e inizierà a rilasciare passaporti e permessi di viaggio a Hong Kong ai residenti della terraferma hanno aumentato la preoccupazione per le pressioni inflazionistiche globali mentre riapre l’economia.

Intanto, la riapertura cinese ha anche sostenuto le prospettive per il petrolio, che si è aggrappato al massimo di tre settimane, spinto anche dalla Russia che ha imposto alcune restrizioni sulle esportazioni di greggio agli acquirenti stranieri che aderiscono a un tetto massimo.

Il minerale di ferro è salito al massimo dall’inizio di agosto, mentre il rame ha guadagnato a New York.

Wall Street ha chiuso debole durante la notte, poiché i rendimenti dei Treasury statunitensi hanno messo sotto pressione le azioni di crescita sensibili ai tassi di interesse.

Gli investitori rimangono concentrati su quanto in alto la Federal Reserve avrà bisogno di alzare i tassi mentre inasprisce la politica nella sua continua battaglia contro l’inflazione, cercando anche di evitare di inclinare l’economia verso la recessione.

Argomenti

# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Correlato

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo