Chiusura Pernigotti: la produzione resta in Italia. Convocato tavolo al MISE

Il MISE ha annunciato di aver convocato un tavolo per discutere della situazione relativa l’impianto Pernigotti di Novi Ligure. Intanto il gruppo Toksoz ha fatto sapere che la produzione sarà affidata a partner italiani.

Chiusura Pernigotti: la produzione resta in Italia. Convocato tavolo al MISE

Nonostante la chiusura dello stabilimento di Novi Ligure, la produzione resterà in Italia. È quanto si legge in una nota diffusa dalla Pernigotti, l’azienda dolciaria acquistata nel 2013 dalla famiglia turca Toksoz.

“È intenzione dell’azienda dare corso all’esternalizzazione delle proprie attività produttive unicamente presso il territorio nazionale" e il management «sta già dialogando con alcune importanti realtà italiane del settore dolciario».

Società cerca partner italiani

Lo stop delle attività nello stabilimento piemontese comporterà il licenziamento di circa 180 lavoratori, tra diretti e interinali. “Nel rispetto della storicità del brand Pernigotti e con l’obiettivo di mantenere la qualità distintiva dei propri prodotti la società sta procedendo all’individuazione di partner industriali in Italia a cui affidare la produzione, coerentemente anche con l’obiettivo di cercare di ricollocare il maggior numero possibile di dipendenti coinvolti presso aziende operanti nel medesimo settore o terzisti”.

Il MISE convoca un tavolo di crisi

Stanotte i lavoratori hanno occupato lo stabilimento. La palla passa ora al Ministero dello Sviluppo, che ha annunciato di voler aprire il tavolo di crisi il prossimo 15 novembre. “È convocato al MiSE il 15 novembre alle ore 10.00 il tavolo di crisi, presieduto dal Vicecapo di Gabinetto Giorgio Sorial, per discutere della situazione produttiva e occupazionale inerente la società Pernigotti”, riporta la nota del MISE.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Italia

Argomenti:

Italia MISE

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.