Chi è Valentina Cuppi, neo presidente del Partito Democratico

Violetta Silvestri

22/02/2020

30/06/2021 - 11:25

condividi

Valentina Cuppi è stata eletta presidente del Partito Democratico. Un nome a sorpresa, voluto fortemente da Zingaretti. Chi è la giovane alla guida dei dem? Biografia, cv e storia politica.

Chi è Valentina Cuppi, neo presidente del Partito Democratico

Valentina Cuppi è la neo presidente del Partito Democratico. L’assemblea l’ha eletta all’unanimità - con un solo astenuto - al posto di Gentiloni. Il suo ruolo sarà soprattutto simbolico a livello politico.

Il nome della giovane sindaca del piccolo comune di Marzabotto è sconosciuto al grande pubblico della politica. La candidatura, però, è stata voluta con determinazione proprio dal segretario Nicola Zingaretti, nel suo tentativo di rilanciare il partito come riferimento dell’anti-populismo di stampo salvianiano.

Nata politicamente nel’ala a sinistra del Pd, con militanza in Sinistra Ecologia e Libertà, la Cuppi si presenta come il volto della svolta democratica, che segue almeno tre direttrici: allargamento ai movimenti civici - quali le Sardine - esaltazione degli esempi virtuosi di amministrazione territoriale, attivismo contro le idee delle destre.

Lo stupore è stata la prima reazione della prima cittadina di Marzabotto non appena è stata eletta. Lo stesso, forse, di alcuni membri interni al partito.

La biografia di Valentina Cuppi

Nome: Valentina Cuppi
Data di nascita: 19 agosto 1983
Luogo: Bologna
Istruzione: laurea in Scienze filosofiche e dottorato in Scienze Politiche all’università di Bologna
Partito: iscritta al Partito Democratico
Ruolo: sindaco di Marzabotto
Curiosità: ha sottoscritto la tessera del PD soltanto nella gironata precedente all’elezione al ruolo di presidente

Valentina Cuppi presidente del PD

Il Partito Democratico sceglie la generosa terra dell’Emilia Romagna per far ripartire il consenso. Dopo il trionfo di Bonaccini come governatore della regione rossa e l’entusiamo anti-populista delle Sardine, nate proprio a Bologna, ora è la volta del piccolo ma significativo comune di Marzabotto.

La presidente dem Valentina Cuppi diventa subito un simbolo: l’appropriazione dei valori anti-fascisti. Il suo ruolo di prima cittadina in un posto così denso di storia contro il fascismo la colloca subito nel solco della sinistra.

La sua esperienza politica, seppure breve visto la giovane età, racconta di una militanza nella Sinistra Ecologia e Libertà e di un avvicinamento al movimento civico delle Sardine. A legarla al Partito Democratico è soprattutto Nicola Zingaretti.

La giovane sindaca, infatti, si è avvicinata al PD in occasione delle primarie del 2019, vedendola impegnata nella campagna a sostegno del segretario eletto.

La sua figura alla guida del partito, seppur con una carica più simbolica che di potere, rispecchia l’idea di Zingaretti per il Partito Democratico di domani: radicato sul territorio, allargato e inclusivo, vicino ai movimenti, aggregante delle forze più progressiste, alimentato dagli antichi e sempreversi valori dell’antifascismo.

Valentina Cuppi non ha nascosto il suo stupore per la proposta, affermando all’assemblea che:

“Questo stupore credo che sia la forza, il coraggio di questa scelta. Una scelta che travalica la mia persona, è la riaffermazione che la politica non è qualcosa di avulso dalla vita delle persone, non è qualcosa di cui le persone debbano diffidare.”

Valentina Cuppi, come neo presidente del Partito Democratico, spera di guidare la riscossa del centrosinistra.

Iscriviti a Money.it