Chi è Raffaele Marra, braccio destro di Virginia Raggi arrestato per corruzione

Raffaele Marra, braccio destro di Virginia Raggi nella giunta capitolina, è stato arrestato per corruzione. Ecco chi è l’ex finanziere.

Chi è Raffaele Marra, braccio destro di Virginia Raggi arrestato per corruzione

Raffaele Marra è stato arrestato dai Carabinieri del Ros per corruzione, l’ex finanziere è uno dei fedelissimi della Raggi, suo braccio destro dall’insediamento.
L’ex vice capo di gabinetto del Campidoglio, poi passato alla guida del Dipartimento Personale.

Raffaele Marra porta una nuova ondata di problemi sul Movimento 5 Stelle e sulla giunta di Roma. L’accusa emerge dopo un’inchiesta svolta dall’Espresso e mette in luce come Marra e la moglie fossero coinvolti in giro di corruzione e compra vendita di case poco legale.

L’arresto è avvenuto questa mattina e l’accusa è piuttosto pesante: corruzione. La situazione del Movimento 5 Stelle a Roma sembra essere sempre più difficile e dopo le dimissioni della Muraro la situazione sembra essere precipitata.
La Muraro, ex assessore all’Ambiente, è indagata e adesso Marra viene addirittura arrestato.

A causa della situazione complessa Grillo ha quindi deciso di annullare la prima tappa del suo falshmob a Siena, sede storica della banca Mps, per correre nuovamente in soccorso della sindaca.
La giunta continua infatti a perdere pezzi, la città si trova in un momento di caos e la Raggi non sembra essere la persona adatta a gestire la situazione.

Sono inoltre sempre più le connessioni che saltano fuori tra la vecchia destra romana, quella di Alemanno e dei maggiori esponenti indagati per Mafia Capitale e il cerchio magico della giunta Raggi.
Marra ha preso parte anche alla giunta di Alemanno, con il quale sembra aver acuto rapporti di amicizia.

Vediamo quindi chi è Raffaele Marra e per quali ragioni è stato arrestato dai Carabinieri. Una grana che probabilmente sarà risolta da Grillo in persona, che deve ormai fare i conti con una giunta capitolina che fa acqua da tutte le parti.

Chi è Raffaele Marra: il braccio destro della Raggi arrestato per corruzione

Non sembrano essersi ancora concluse le grane per Virginia Raggi e il Movimento 5 Stelle, dal momento che ogni giorno sembra esserci un problema con la giunta e la guida di Roma.
Questa volta le accuse sono contro Raffaele Marra, fedelissimo della Raggi, arrestato per corruzione.

L’ex finanziere ha cominciato la sua carriera come promettente ufficiale nelle Fiamma Oro, per poi passare alle più alte cariche capitoline. Marra appende al chiodo la divisa nel 2006, quando scopre di avere un grande interesse per la politica.

Arruolatosi nel 1991, frequenta una delle scuole più prestigiose del Paese, la Nunziatella di Napoli, frequenta poi i corsi per sottufficiali a Cuneo e poi passa a Bergamo dopo frequenta la scuola per diventare ufficiale.

Nel 1997 ottiene il primo comando all’aeroporto di Fiumicino, un sogno per lui, dal momento che gli aerei sono da sempre la sua passione. Per questo comincia a frequentare il corso per prendere il brevetto di volo.
Ma qui le cose cominciano a cambiare e le sue assenze innervosiscono i piani alti.

Dopo un’indagine si scopre che Marra aveva preso un congedo per frequentare un altro tipo di corso, un costosissimo addestramento di Alitalia Skymaster.
La pratica viene però archiviata, dal momento che durante il congedo si può fare ciò che si vuole, anche spendere 45mila euro per un corso di volo.

E così nel 2006, dopo soli 2 mesi dall’abbandono delle forze armate, lo troviamo direttore dell’Area galoppo dell’Unire, un ente che si occupa dell’incremento delle razze equine. Il reparto in questione era allora guidato da Franco Panzironi, nome che a molti risulterà familiare, dal momento che è stato il braccio destro di Alemanno per tanti anni.

La passione per la politica sembra nasce quasi per caso, quando il vescovo Giovanni D’Ercole, suo caro amico, lo presenta ad Alemanno, che lo introduce nel magico mondo della politica romana.
E così il promettente ex finanziere vince un concorso nel 2006 per il Consiglio per la ricerca e sperimentazione in agricoltura.

L’ente allora era guidato da Alemanno stesso e proprio di questo Marra diventerà direttore.

Raffaele Marra, arrestato: le motivazioni

Così viene introdotto nella vita politica romana e arriva alla fine ad essere il braccio destro di Virginia Raggi, che decide di introdurlo nel suo cerchio magico. Un errore che però potrebbe costarle caro a conti fatti, dal momento che le accuse contro Marra sono piuttosto pesanti.

Marra e la moglie avrebbero intascato una consistente tangente quando lavorava per Enasarco, tangente che sarebbe servita per scontare alcuni locali della capitale.
I coniugi Marra sono riusciti negli anni a comprare a prezzo stracciato locali e case a Roma con la fondazione Enasarco.

Veri e propri affari immobiliari e risparmi da capogiro, per un attico a Roma ben mezzo milione di meno!
Il pupillo della Raggi finisce così nell’occhio del ciclone, portando giù con sé tutto il direttorio e il Movimento 5 Stelle.

Il direttorio in precedenza aveva manifestato le sue perplessità su Marra, ma a quanto pare nessuno le ha ascoltate. L’ex finanziere è rimasto ben saldo al suo posto fino a questa mattina, quando i Carabinieri del Ros lo hanno portato via da casa in manette.

Una nuova bella grana che la Raggi dovrà mettere in conto e che potrebbe portarle non pochi problemi.

Iscriviti alla newsletter

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.