CCNL Metalmeccanici 2017: livelli, ferie, retribuzione e preavviso di licenziamento. Ecco la guida

Vittorio Proietti

8 Febbraio 2017 - 13:53

condividi

CCNL Metalmeccanici 2017: ecco una guida per i lavoratori assunti con contratto metalmeccanici a livelli, ferie, retribuzione e preavviso di licenziamento.

Il CCNL Metalmeccanici 2017 regola livelli, ferie, retribuzione e preavviso di licenziamento per i lavoratori assunti con il contratto di categoria. Il CCNL è stato rinnovato nel 2016, la firma è stata raggiunta delle maggiori sigle sindacali e l’accordo sarà valido fino al 2019. Cosa cambia per i metalmeccanici e quali le novità sulla paga?

I livelli contrattuali attribuiti dal CCNL, il contratto per i metalmeccanici valido nel 2017 hanno subito dei cambiamenti, soprattutto relativi alla paga e all’ingresso di nuove risorse nel mondo del lavoro: chi entra sarà sotto di due livelli rispetto a quello di destinazione.

Anche relativamente al preavviso di licenziamento il nuovo contratto metalmeccanici introduce nuove regole, relativamente agli assunti a tempo indeterminato: i criteri imposti dal CCNL definiscono un diverso trattamento per anzianità e qualifica professionale del lavoratore. Novità anche per le ferie presentano novità, vediamo quali.

CCNL Metalmeccanici 2017: livelli, ferie, retribuzione e preavviso di licenziamento

Il CCNL Metalmeccanici 2017 inquadra i livelli dei lavoratori che entrano nel mondo del lavoro, ad ogni livello corrisponde una diversa paga. I metalmeccanici in ingresso, secondo il CCNL, cominciano con due livelli inferiori rispetto a quello di destinazione.

I livelli scatteranno a seconda del periodo e la paga inizierà con il minimo previsto dal CCNL per quel lavoro. L’inizio è comune a tutti i lavoratori, ma i metalmeccanici passeranno per un secondo e un terzo periodo (finale), che prevede la paga piena.

I metalmeccanici possono attendere dagli 8 ai 10 mesi per progredire nei livelli, secondo la tabella prevista nel CCNL. I mesi di attesa corrispondono al periodo totale dell’inquadramento per livelli, quindi:

  • 8 per periodo su un totale di 24;
  • 10 mesi su 30 mesi;
  • 12 mesi su 36.

I livelli del CCNL Metalmeccanici corrispondono ad una paga precisa ma per le ferie? A riguardo sappiamo soltanto che i giorni di permesso dovranno essere giustificati al massimo il giorno successivo. Scopriamone di più.

Livelli, ferie e paga nel CCNL Metalmeccanici 2017: e il preavviso di licenziamento?

I livelli del CCNL Metalmeccanici 2017 corrispondono ad una paga definita, che segue le tabelle dei minimi contrattuali e può avere varie forme: a cottimo individuale, a cottimo collettivo e con forme di incentivo.

La paga tramite incentivo per i metalmeccanici favorisce l’incremento della produzione: chi ha maggiore rendimento sul posto di lavoro, insomma, avrà un’estensione della paga. Il CCNL ammette ancora questa possibilità.

Il CCNL è ben definito che questa possibilità corrisponde alle possibilità tecniche del datore di lavoro e della produzione stessa: i metalmeccanici potranno beneficiarne se l’azienda potrà permetterselo.

CCNL Metalmeccanici 2017: il preavviso di licenziamento

Il CCNL Metalmeccanici definisce con precisione la prassi del preavviso di licenziamento, considerando che se il lavoratore è a tempo indeterminato, ci saranno dei tempi in base all’anzianità e alla tipologia del lavoratore.

I metalmeccanici avranno un periodo di preavviso che va da 7 giorni a 2 mesi a seconda dalla loro categoria: il preavviso scatta dal giorno seguente alla consegna delle dimissioni oppure alla notizia di licenziamento.

Il CCNL prevede che le parti che non rispettino i limiti di tempo di preavviso imposti per i metalmeccanici, debbano corrispondere la paga per i giorni di mancato preavviso: ciò favorirà il rispetto delle norme a favore del lavoratore.

Il preavviso di licenziamento, infatti, prevede anche l’azienda dia dei permessi ai metalmeccanici in cerca di una nuova occupazione: potranno cercare un nuovo lavoro nei giorni ancora di paga, ma ciò dipenderà dalla disponibilità dell’azienda. E’ importante che il CCNL conferisca questo diritto: abolito l’art. 18, ai metalmeccanici non ne sono rimasti molti.

Seguiteci per tutti gli aggiornamenti sul contratto metalmeccanici 2017.

Argomenti

# Ferie

Iscriviti a Money.it