Cashback di Natale, importo dei rimborsi a rischio?

Rosaria Imparato

28 Dicembre 2020 - 11:56

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Cashback di Natale, l’importo dei rimborsi per il mese di dicembre potrebbe essere ridotto: il budget stanziato dal Governo potrebbe non bastare per tutte le erogazioni. Vediamo quali sono le possibili soluzioni.

Cashback di Natale, importo dei rimborsi a rischio?

Cashback di Natale, l’importo dei rimborsi è a rischio riduzione? Il budget stanziato dal decreto attuativo MEF ammonta a 227,9 milioni di euro, e potrebbe non essere abbastanza per tutte le erogazioni.

I conti li ha fatti SkyTg24: l’app IO è stata scaricata 9 milioni di volte, e allo scorso 21 dicembre risultavano iscritti al programma 5,3 milioni di utenti. Dividendo quindi i milioni di euro stanziati per il numero di utenti si ottiene un rimborso di 43 euro a testa.

Ci sono però degli aspetti che vanno chiariti: innanzitutto, i 43 euro non costituiscono altro che una cifra media, e il calcolo per ottenere tale cifra presuppone che tutti gli utenti che partecipano al cashback raggiungano le dieci transazioni utili a “sbloccare” il rimborso.

Facciamo chiarezza sul budget messo a disposizione dal Governo e sulle novità riguardanti il rimborso di Natale.

Cashback di Natale, importo dei rimborsi a rischio?

Il bonus bancomat ha avuto più successo del previsto, e potrebbero esserci dei problemi riguardo lo stanziamento delle risorse e la conseguente erogazione dei rimborsi previsti per il cashback di Natale.

A conti fatti il rimborso medio è di 43 euro, ma come abbiamo visto si tratta di un calcolo basato sulla media e non che non tiene in considerazione alcuni fattori.

Innanzitutto, non è detto che tutti e 5,3 milioni di utenti arrivano alla soglia delle 10 transazioni elettroniche minime che danno diritto al cashback.

In secondo luogo bisogna considerare che l’importo massimo del rimborso per il mese sperimentale di dicembre è di 150 euro: in molti casi, quindi, i consumatori riceveranno una cifra inferiore.

Questi i fattori tecnici da tenere in mente ma, detto questo, è chiaro che il budget stanziato potrebbe anche non bastare. Cosa succederebbe in questo caso?

Cashback di Natale, rimborso ridotto se finiscono i fondi dello Stato

I quasi 228 milioni di euro stanziati dal Governo potrebbero quindi non bastare.

Il decreto attuativo MEF sul cashback sul cashback prevede in questo caso che:

“l’attribuzione del rimborso previsto dall’articolo 7 avviene nei limiti dell’importo di euro 227,9 milioni. Qualora la predetta risorsa finanziaria non consenta il pagamento integrale del rimborso spettante, questo è proporzionalmente ridotto”

L’importo dei rimborsi quindi verrebbe ridotto qualora il budget stanziato non dovesse bastare a coprire tutte le erogazioni del mese di dicembre.

Una cosa da tenere in considerazione però è che i rimborsi del mese sperimentale di dicembre verranno erogati a febbraio 2021: questo significa che il Governo avrebbe il tempo di fare i conti ed eventualmente spostare le risorse stanziate per il cashback del 2022.

Secondo il decreto attuativo MEF sul cashback infatti sono stati stanziati 4,5 miliardi di euro per l’erogazione dei rimborsi nel 2021 e nel 2022: non resta che attendere la fine del mese sperimentale per avere tutti i dati di riferimento.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories