Canone Rai, la truffa del rimborso: attenzione a queste email

Un’email da una presunta Agenzia delle Entrate notifica il diritto al rimborso canone Rai, ma è una truffa. Ecco come difendersi dai tentativi di phishing.

Canone Rai, la truffa del rimborso: attenzione a queste email

Le truffe online sono intramontabili e sempre più pericolose. Una di quelle che tornano periodicamente alla ribalta riguarda il rimborso del canone Rai notificato via email dall’Agenzia delle Entrate.

Il rimborso canone Rai spetta alle persone che si vedono addebitare il canone in bolletta pur avendo fatto la dichiarazione di non detenzione possesso o di sussistenza di altra utenza elettrica, o sono over 75 con reddito inferiore o pari a 6.713,98€, o ancora agli eredi che hanno ricevuto l’addebito del canone in bolletta intestata a una persona deceduta.

Quando si riceve un’email inviata da un indirizzo che fa riferimento a un ente istituzionale o alla propria banca bisogna fare molta attenzione, perché dietro le comunicazioni di accrediti o grossi debiti si celano tentativi di phishing. Come nel caso delle email truffa su un fantomatico rimborso Rai da parte di una presunta Agenzia delle Entrate.

> Leggi anche Abolizione Canone Rai 2020: bufala o realtà?

Non è la prima volta che il nome dell’Agenzia delle Entrate viene sfruttato da malintenzionati per adescare gli utenti ingenui e rubare i dati o svuotare i loro conti.

Email rimborso canone Rai, ma è una truffa

In questo caso la truffa avviene con la ricezione di un’email proveniente da una falsa Agenzia delle Entrate che notifica un rimborso del canone Rai. Nel corpo dell’email il destinatario potrebbe leggere il seguente testo:

“Gentile contribuente, con la presente desideriamo informarla che le è stato riconosciuto il diritto parziale al rimborso del canone Rai, per un ammontare di tot euro. A causa di un errore nel calcolo automatico, Lei ha versato una cifra in eccesso rispetto al dovuto e ha quindi diritto al rimborso della somma. Una volta inviata la richiesta l’importo accreditato sarà visualizzato sul suo estratto conto secondo i tempi previsti dalla sua banca.”

Per ottenere il credito l’utente viene invitato a cliccare su un link che indirizza a un sito fraudolento. Oggetto e importo del presunto rimborso possono variare, ma in ogni caso le mail in questione non provengono da un indirizzo ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, e nascondono un evidente tentativo di truffa, ha spiegato il Fisco.

Falso rimborso canone Rai: cosa fare se si riceve l’email

L’Agenzia delle Entrate non comunica i diritti ai rimborsi via email. La corretta procedura da seguire per ricevere un rimborso fiscale è consultabile nella sezione “Pagamenti e Rimborsi” del sito ufficiale.

Se si riceve un’email simile si raccomanda di non fornire dati e di cestinare immediatamente il messaggio. È essenziale non cliccare su link sospetti e non immettere i dati della propria carta di credito, se richiesti.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Canone RAI

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.