Canone RAI

Il canone RAI è un tributo dovuto dai cittadini per finanziare il servizio pubblico radiotelevisivo, per effetto del quale si riesce a ridurre o addirittura eliminare la pubblicità commerciale (rispetto a quanto avviene nelle reti private).

Il riferimento normativo è costituito dal regio decreto-legge numero 246 del 1938 che all’articolo 1 individua la fattispecie imponibile del canone RAI:

Chiunque detenga uno o più apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle radioaudizioni è obbligato al pagamento del canone di abbonamento, giusta le norme di cui al presente decreto.
La presenza di un impianto aereo atto alla captazione o trasmissione di onde elettriche o di un dispositivo idoneo a sostituire l’impianto aereo, ovvero di linee interne per il funzionamento di apparecchi radioelettrici, fa presumere la detenzione o l’utenza di un apparecchio radioricevente
”.

Esistono due tipi di canone RAI ovvero:

  • canone RAI ordinario, dovuto dai contribuenti che detengono l’apparecchio televisivo per uso personale e domestico;
  • canone RAI speciale, dovuto dalle imprese che detengono apparecchi televisivi in locali aperti al pubblico nell’ambito di un’attività commerciale.

Canone RAI, ultimi articoli su Money.it

Addio Canone Rai? Così il Movimento 5 Stelle vuole abolirlo

L’abolizione del Canone Rai arriva in Parlamento: il Movimento 5 Stelle ha presentato un ddl che punta alla cancellazione dell’imposta. Ad essere eliminato sarebbe anche il limite pubblicitario per la TV di Stato, così che la Rai possa incrementare i ricavi.

Canone Rai: la badante fa perdere l’esenzione

La badante convivente fa perdere il diritto all’esenzione dal canone Rai, come stabilito dalla risposta n.242 dell’Agenzia delle Entrate, in risposta all’interpello di un’anziana contribuente.

Pensioni: agevolazioni fiscali INPS

Sull’importo lordo della pensione si applicano le ritenute Irpef, ma ci sono alcune agevolazioni fiscali di cui i pensionati possono beneficiare.

Disdetta Canone Rai: come e quando procedere

È possibile procedere con la disdetta del Canone Rai anche ora che viene accreditato direttamente sulla bolletta della luce, ma solo nel caso in cui non si detenga più un apparecchio televisivo. Vediamo come e entro quando.

|