Roaming sull’orlo dell’estinzione con la nuova SIM Card di Bubbletone

Nel bel mezzo della riuscita ICO avviata a marzo, Bubbletone avvia in Stati Uniti ed Europa i test della carta SIM senza roaming.

Roaming sull'orlo dell'estinzione con la nuova SIM Card di Bubbletone

Bubbletone, la prima società di blockchain dedicata all’industria delle telecomunicazioni, è alle prese con un’ICO che ha ricevuto apprezzamenti da numerosi analisti criptovalutari e agenzie di rating.

Contemporaneamente la società fondata da Yury Morozov sta continuando a concentrarsi su tutti quei sistemi in grado di migliorare l’esperienza di clienti e operatori. Bubbletone ha infatti recentemente aggiunto maggiori funzionalità alla sua app mobile, mentre ha continuato a sviluppare il primo ecosistema di telecomunicazioni decentralizzato al mondo che collega operatori di telefonia mobile, utenti e fornitori di servizi, offrendo al contempo un’alternativa a basso costo e valore aggiunto al roaming internazionale.

Non dovrebbe sorprendere che Bubbletone, con oltre 18 anni di esperienza di mercato, sia un operatore delle telecomunicazioni che innova costantemente mirando a rivoluzionare il settore. La società ha sviluppato un proprio operatore di rete virtuale mobile e ha creato un’app di messaggistica in roaming, con la possibilità di soddisfare le esigenze di 1,2 miliardi di viaggiatori all’anno. Si rivolge anche a un numero sempre maggiore di utenti, visti i numerosi accordi conclusi con operatori che attualmente sono presenti in più 80 Paesi e servono oltre 20 milioni di abbonati.

Il crescente interesse deriva in primis dal fatto che il marketplace della società è fondato sulla blockchain; su di esso utenti e operatori di rete mobile possono cooperare in sicurezza su scala internazionale e, soprattutto, senza intermediari. I partner di telecomunicazioni possono accedere gratuitamente alla piattaforma
di Bubbletone basata su Graphene, che può offrire una capacità stimata di 10.000 transazioni al secondo.

Il progetto sta inoltre rendendo più democratico il mercato dei piccoli operatori, che possono pubblicare le loro tariffe nella rete aziendale ed evitare spese eccessive sui contratti di roaming internazionale, l’obbligo di acquisire infrastrutture di rete ad alto costo e tutti quei problemi di integrazione dei sistemi.

SIM senza roaming in fase di test in Europa e Stati Uniti

Con Bubbletone gli utenti non devono più preoccuparsi di cambiare la propria SIM quando viaggiano all’estero, visto che possono utilizzare l’app mobile per acquistare pacchetti di servizi a tariffe locali ovunque si trovino.

L’innovativa SIM senza roaming del progetto è ora in fase di test negli Stati Uniti e in Europa. E non è tutto. Bubbletone ha sempre avvertito l’esigenza di fornire contenuti e sfruttare la sicurezza offerta da una piattaforma blockchain. Gli utenti del suo network hanno accesso ai più disparati servizi, dalla musica all’apprendimento linguistico.

E il loro senso di sicurezza può aumentare ora grazie sia alle preesistenti che alle nuove funzionalità dell’app Bubbletone, in particolare l’opzione per impostare le protezioni password per qualsiasi chat.

Gli utenti possono anche applicare la funzione Smoke Chat per limitare l’accesso a specifici messaggi nel momento esatto in cui il destinatario ha il dito sullo schermo dopo averlo aperto. Quando allontanano il dito, il messaggio scompare per sempre. L’app Bubbletone può anche inviare qualsiasi tipo di file. Nel frattempo, le chiamate vocali sono protette da comunicazioni crittografate basate sull’uso di una rete privata virtuale. L’app consente inoltre agli utenti di archiviare le registrazioni delle chiamate e i file su Google Drive, iCloud o Dropbox.

Gli abbonati mobili, gli operatori di rete e altri fornitori di servizi e applicazioni non sono gli unici a percepire il valore delle offerte di Bubbletone e dei token mobili universali (UMT) offerti nell’attuale ICO; quest’ultima è stata valutata positivamente da ICORating, mentre anche TrackICO, ICObench e wiserICO hanno espresso ottimi pareri sulla società.

Il CEO Yury Morozof sottolinea la voglia di innovare ancora

Soddisfatto Yury Morozov, fondatore e CEO di Bubbletone, che si è detto fiero degli apprezzamenti e ha rinnovato la forte volontà di innovazione che muove la società:

“Siamo lieti che le società di rating abbiano tratto le stesse conclusioni dei nostri clienti. Hanno sfruttato il potenziale del nostro progetto per trasformare l’industria delle telecomunicazioni, eliminando il roaming internazionale e aprendo il mercato a grandi e piccoli operatori.
E anche il nostro impegno per rinnovare l’esperienza mobile per tutti, offrendo servizi che migliorano le opportunità di intrattenimento e apprendimento in movimento, e garantendo anche le funzionalità della nostra app Bubbletone, che migliorano la sicurezza delle comunicazioni in generale”.

La co-fondatrice di ICOBox, Daria Generalova, ammette di aver previsto le ottime valutazioni di Bubbletone:

“Si tratta di riconoscimenti meritati, che Bubbletone continuerà ad avere perché non smette di innovare e innovarsi per il meglio grazie alla sua determinazione, alle idee, ai servizi innovativi e alle straordinarie credenziali di telecomunicazione e blockchain del team aziendale.
Non vanno dimenticati, in proposito, i prestigiosi consiglieri che ha attirato: visionari come Joakim Holmer e Anders Larsson di Ericsson; esperti di telecomunicazioni come il dottor Norman Lewis; imprenditori di tecnologia come Keith Teare; fino ad arrivare al fondatore e CEO di CoinStreet Samson Lee e al CEO di Lingualeo, Vladimir Sirotinskiy”.

L’ICO di Bubbletone è iniziata il 20 marzo scorso ad un prezzo di 1 Ethereum per 4.000 UMT e una hard cap di 15.000.000 dollari. Le valute accettate includono Ethereum, Bitcoin e dollari. L’ICO chiuderà il 15 giugno alle 23:59 ora di Londra.
 

Iscriviti alla newsletter Tecnologia per ricevere le news su Blockchain

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.