Borsa Milano oggi, 9 settembre: Ftse Mib balza e supera i 22.000 punti

Violetta Silvestri - Giacomo Andreoli

09/09/2022

09/09/2022 - 17:57

condividi

Borsa di Milano oggi 9 settembre: l’indice Ftse Mib guadagna l’1,92% nella giornata successiva a quella della decisione aggressiva della Bce sui tassi.

Borsa Milano oggi, 9 settembre: Ftse Mib balza e supera i 22.000 punti

Borsa di Milano oggi 9 settembre: il Ftse Mib aumenta lo slancio rispetto a ieri e chiude in netto rialzo oltre i 22.000 punti.

Bene anche le altre piazze europee, tutte in rialzo di oltre l’1% in questa giornata di fine settimana segnata dalla riunione di ieri della Bce. Lagarde ha confermato la massima determinazione contro l’inflazione record, stimata ancora in rialzo nelle previsioni dei prossimi anni. L’obiettivo della banca è il target del 2%. Sul fronte della crescita, la guerra e la crisi energetica non aiuteranno la zona euro, vista in ripresa con un ritmo inferiore alle precedenti stime. La governatrice, però, non ha parlato di recessione nello scenario base dei prossimi mesi. Si valuta una stagnazione.

In questa cornice, l’euro recupera sul dollaro e scambia sopra la parità.

Borsa di Milano oggi, 9 settembre aggiornamento delle 19.00: il Ftse Mib mette le ali

Il Ftse Mib sale dell’1,92% e chiude a 22.094,56 punti. Tensione sui titoli di Stato, con lo spread tra Btp e Bund tedeschi che risale e viaggia attorno ai 230 punti base, mentre il rendimento del decennale oscilla attorno al 4%.

Sul listini principale di Piazza Affari brillano Intesa Sanpaolo (+5,33%), Unicredit (+X,XX%), Fineco (+5,02%), Bper (+3,10%), Mediobanca (+2,48%) e Banco Bpm (+3,18%). Bene anche Tim (+2,82%). Secondo indiscrezioni di stampa arriverà dopo le elezioni l’offerta di Cassa Depositi e Prestiti per gli asset della rete, ma ci sarebbe però un gap di valutazione tra acquirente e primo azionista del venditore (Vivendi) di 10 miliardi di euro. Risultato positivo, poi, per Tenaris (+4,98%), in crescita per l’aumento del prezzo del petrolio.

Aggiornamento delle 13.00: Ftse Mib oltre 22.000 punti

Sale a 22.103,31 punti il listino milanese alle ore 13.00. In evidenza ancora i bancari, spinti dalla mossa aggressiva della Bce sui tassi che favorisce la redditività degli istituti di credito. In rally anche Tenaris, Saipem, Hera, CnhIndustrial.

Il rendimento del Btp decennale sale a 3,977%.

Aggiornamento delle ore 9.45, Ftse Mib supera 21.800 punti

Il Ftse Mib sfonda i 21.800 punti, con un balzo dell’1% alle ore 9.45. Sul listino svettano i bancari, con il ralli di FinecoBank (+3,18%), Intesa Sanpaolo (+2,95%) e UniCredit (+1,98%). Telecom avanza del 4,18%.

In Europa, il Dax tedesco guadagna lo 0,86% e il Cac francese lo 0,69%.

Lo spread Btp-Bund si attesta a 230 punti.

Asia in rialzo

Gli indici asiatici chiudono in aumento. A Hong Kong, l’indice Hang Seng è balzato oltre il 2% e ha chiuso a +2,73%. Nella Cina continentale, lo Shanghai Composite è salito dello 0,82% e la Shenzhen Component è salita dell′1,11%.

L’inflazione cinese è stata del 2,5% ad agosto, inferiore al 2,7% registrato a luglio.

Wall Street reagisce a Powell

I futures sulle azioni statunitensi sono aumentati venerdì mattina dopo una sessione di negoziazione instabile poiché i trader hanno preso in considerazione gli ultimi commenti del presidente della Federal Reserve Jerome Powell sull’inflazione.

Il Dow Jones Industrial Average è balzato di 193 punti, o dello 0,61%, durante la sessione regolare di giovedì, chiudendo in rialzo dopo aver alternato guadagni e perdite per tutta la giornata. L’S&P 500 è salito dello 0,66% e il Nasdaq Composite dello 0,60%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.