Borsa Milano oggi, 4 dicembre 2020: Ftse Mib chiude positivo in attesa dell’agenzia Fitch

Luca Fiore

4 Dicembre 2020 - 17:40

4 Dicembre 2020 - 17:54

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Seduta positiva per la Borsa di Milano oggi, 4 dicembre 2020, in attesa che in serata l’agenzia Fitch si esprima sul nostro rating. Sul Ftse Mib riflettori puntati sul comparto energetico. L’eurodollaro si conferma ai massimi da due anni.

Borsa Milano oggi, 4 dicembre 2020: Ftse Mib chiude positivo in attesa dell'agenzia Fitch

La Borsa di Milano oggi ha chiuso la settimana in territorio positivo, il Ftse Mib si è fermato sopra i 22.150 punti, in attesa del giudizio di Fitch sul nostro merito di credito.

Dopo la bocciatura di aprile, l’agenzia Fitch valuta il debito italiano “BBB-” con un outlook stabile, gli operatori stimano una conferma dell’attuale livello.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, l’eurodollaro si conferma ai massimi da due anni a 1,21373 (-0,07%) mentre il future sul Brent ha capitalizzato l’accordo Opec salendo dello 0,8% a 49,09 dollari al barile.

Borsa Milano oggi, aggiornamento ore 17:40: il petrolio spinge il Ftse Mib

L’ultima seduta della settimana del Ftse Mib si è chiusa a 22.178,80 punti (+0,78%) mentre lo spread Italia-Germania non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 113 punti base.

I guadagni registrati dal prezzo del petrolio si sono riversati sulle azioni del comparto oil come Saipem (+3,14%), Tenaris (+4,08%) ed Eni (+3,46%).

Tra i bancari, segno meno per BPER (-0,74%) e Banco BPM (-0,94%), sempre alle prese con le indiscrezioni sul processo di consolidamento del comparto, mentre l’accoppiata formata da Intesa Sanpaolo ed UniCredit ha terminato con un +0,22 e con un +1,35%.

Aggiornamento ore 13: comparto oil spinge il Ftse Mib

Alle 13 il Ftse Mib sale dello 0,45% (22.107,16 punti), il Dax segna un -0,12% ed il Cac40 un +0,33%.

Stabile a 112 punti base lo spread Italia-Germania.

Il balzo del greggio sta spingendo il comparto energetico: nei primi scambi Saipem guadagna il 2,9%, Tenaris segna un +2,1% ed Eni avanza del 2,53 per cento.

Future Wall Street: prevista apertura in rialzo

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,36%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,3% e il future sul Nasdaq sale dello 0,4%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib sopra 22 mila punti

A Milano il paniere delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi passa di mano a 22.095,55 punti, +0,40% rispetto a ieri, mentre lo spread Italia-Germania arretra di mezzo punto percentuale a 111 punti base.

Perfetta parità per il Dax mentre Cac40 e Ftse100 salgono rispettivamente dello 0,49 e dello 0,62 per cento.

Il balzo del greggio sta spingendo il comparto oil quotato a Milano: nei primi scambi Saipem guadagna il 3,6%, Tenaris segna un +1,8% ed Eni avanza dell’1,88 per cento.

Tra i bancari, due velocità per Intesa Sanpaolo (+1,68%) ed UniCredit (-0,47%). Nel comparto, riflettori puntati su MPS (+0,09%) che ha convocato il Cda per il 17 dicembre per la presentazione del piano strategico.

Avvio di seduta con un +1,2% di Telecom Italia che ha presentato il “Rapporto sulla trasformazione digitale dell’Italia” elaborato dal Censis in collaborazione con il Centro Studi TIM.

Borse asiatiche poco mosse

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,31%, il China A50 ha terminato con un +0,26% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,22%.

Segno più per l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,28%).

Wall Street: la seduta si chiude intorno alla parità

La seduta degli indici a Wall Street si è chiusa intorno alla parità: il Dow Jones ha registrato un +0,29%, lo S&P500 ha terminato con un -0,06% ed il Nasdaq ha chiuso con un +0,23%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories