Borsa Milano Oggi, 13 ottobre 2020: Ftse Mib negativo, tonfo dei rendimenti nell’asta di Btp

La Borsa Milano oggi, 13 ottobre 2020, ha chiuso in territorio negativo in scia della debolezza del comparto bancario. Spread in calo nel giorno dei rendimenti ai minimi storici registrati nell’asta di Btp

Borsa Milano Oggi, 13 ottobre 2020: Ftse Mib negativo, tonfo dei rendimenti nell'asta di Btp

La Borsa Milano Oggi, 13 ottobre 2020, ha chiuso in rosso: sempre in attesa di novità relative nuovi stimoli fiscali negli Stati Uniti, i listini europei pagano pegno alle indicazioni relative i contagi (anche e soprattutto alla luce dello stop al vaccino di Johnson & Johnson).

Per quanto riguarda la prima economia, oggi ha preso il via, con i numeri di Citigroup e di JPMorgan, la nuova stagione delle trimestrali. Nel caso di Citi, l’utile trimestrale è passato da 4,9 a 3,2 miliardi di dollari mentre per JPMorgan l’ultima riga di conto economico è stata positiva per 9,4 miliardi, contro i 9,08 di 12 mesi prima. Per entrambe le società, i dati sono decisamente migliori delle stime.

In corrispondenza dello stop agli scambi in Europa, l’eurodollaro scende dello 0,6% a 1,17425 mentre, tra le commodity, un barile di Brent con consegna dicembre segna 42,37 dollari, +1,56% rispetto al dato precedente.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in rosso, buone nuove dall’asta di Btp

In chiusura il Ftse Mib si è fermato a 19.558,69 (-0,81%) mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 121,8 punti base (-2%).

Questa mattina il Tesoro ha collocato titoli a 3, 7 e 30 anni: per la prima volta, la cedola dei Btp triennali è stata azzerata, nel caso dei titoli a 7 anni il costo di rifinanziamento è passato dallo 0,75 allo 0,34 per cento mentre per il trentennale il rendimento medio si è attestato al’1,48 per cento.

Nel comparto bancario a Piazza Affari spiccano le vendite su BPER (-5,12%), Banco BPM (-3,08%) e UniCredit (-3,66%).

Lettera anche sulle azioni Juventus (-2,22%) dopo la notizia della positività al virus del calciatore Ronaldo.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: rendimenti ai minimi nell’asta di Btp

Alle 13 il Ftse Mib arretra dello 0,38% (19.643,65 punti), il Cac40 scende dello 0,26% ed il Dax lascia sul parterre lo 0,3%.

Poco mosso a 122 punti lo spread nel giorno in cui il Tesoro ha collocato titoli a 3, 7 e 30 anni registrando rendimenti ai minimi storici.

Per la prima volta la cedola dei Btp triennali è stata azzerata, nel caso dei titoli a 7 anni il costo di rifinanziamento è passato dallo 0,75 allo 0,34 per cento mentre nel caso del trentennale il rendimento medio si è attestato al’1,48 per cento.

Nel comparto bancario a Piazza Affari spiccano le vendite su BPER (-4,99%), Banco BPM (-3,54%) e UniCredit (-2,6%).

Future Wall Street: Dow ed S&P in rosso, segno più per il Nasdaq

A due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,5%, quello sullo S&P500 scende dello 0,27% mentre il future sul Nasdaq sale dello 0,8%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, focus su UniCredit

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 13 ottobre 2020, quota 19.609,33 punti (-0,56%) mentre lo spread Italia-Germania si attesta a 122 punti base (+0,6%).

Per questa mattina è prevista un’asta di Btp con scadenze al 2024, 2027 e 2050.

Avvio di contrattazioni sotto la parità anche per il Cac40 (-0,59%), per il Dax (-0,39%) e per il Ftse100 (-0,52%).

Nel comparto bancario a Piazza Affari riflettori puntati su UniCredit (-1,95%) che, secondo quanto riportato dai giornali in edicola, starebbe portando avanti il progetto di separazione delle attività estere.

Prese di beneficio per Interpump (-0,91%) che ieri ha aggiornato il nuovo massimo storico mentre sulle azioni Autogrill (-7,5%) pesa la bocciatura da parte degli analisti di Citi.

Seduta positiva le borse asiatiche

L’indice Hang Seng segna un -0,41% mentre il China A50 ha terminato con un +0,21% ed il Nikkei (+0,18%) hanno chiuso sopra la parità.

Incremento di un punto percentuale per l’australiano S&P/ASX 200 (+1,04%).

Wall Street: nuovo balzo per il Nasdaq

Il Dow Jones ha terminato la seduta di venerdì con un +0,88%, lo S&P500 ha chiuso con un +1,64% ed il Nasdaq ha segnato un +2,56%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories