Borsa Italiana Oggi, 17 luglio 2020: le utilities spingono Piazza Affari sopra la parità

La Borsa Italiana Oggi, 17 luglio 2020, ha chiuso in lieve territorio positivo in attesa di novità dal Consiglio europeo sul Recovery Fund. Spread poco mosso.

Borsa Italiana Oggi, 17 luglio 2020: le utilities spingono Piazza Affari sopra la parità

La Borsa Italiana Oggi è riuscita a chiudere la seduta sopra la parità in attesa di novità dal Consiglio europeo, chiamato oggi a discutere sul Recovery Fund.

Nonostante ieri il n.1 della Banca Centrale Europea, Christine Lagarde, si sia detta a favore di una rapida approvazione, è probabile che la riunione di oggi porti ad un nuovo rinvio (Consiglio europeo oggi: Recovery Fund protagonista. Novità in arrivo?).

Oltre alle questioni europee, in primo piano c’è sempre l’avanzata della pandemia negli Stati Uniti, dove i contagi giornalieri hanno toccato quota 77 mila. Attenzione anche alle tensioni geopolitiche sull’asse Washington-Pechino dopo le indiscrezioni sulla possibilità che Trump vieti i viaggi negli Stati Uniti ai membri del Partito comunista cinese.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa, il future sul Brent segna un -0,7% a 43,07 dollari il barile mentre l’eurodollaro sale dello 0,4% a 1,14309 .

Piazza Affari Oggi, aggiornamento ore 17:40: le utilities spingono il Ftse Mib

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, ha chiuso l’ultima seduta della settimana a 20.419,39 punti (+0,31%) mentre lo spread con i titoli tedeschi non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 164 punti base.

Seduta positiva per il comparto delle utilities: Enel ha terminato con un +2,11%, Terna è salita dell’1,69% ed Hera ha messo a segno un +1,34%.

Nel comparto bancario segnaliamo il -0,41% di Intesa Sanpaolo dopo il via libera all’acquisizione di UBI Banca (+1,18%) da parte dell’Antitrust.

La performance migliore del listino delle blue chip a Milano è stata registrata da STM (+2,39%) che ha annunciato la firma di due accordi di M&A.

Piazza Affari Oggi, aggiornamento ore 13: Ftse Mib invariato, STM svetta

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib quota invariato a 20.357,71 punti (+0,01%) mentre lo spread con i titoli tedeschi sale dell’1,55% a 166 punti base.

Debolezza per il Cac40 (-0,15%) mentre Dax e Ftse100 salgono rispettivamente dello 0,58 e dello 0,51 per cento.

La performance migliore del listino delle blue chip a Milano è appannaggio di STM (+3,76%) che ha annunciato la firma di due accordi di M&A.

Nella seduta di ieri il rialzo maggiore era stato invece registrato da Telecom Italia (-0,84%). Secondo quanto riportato da “Il Sole 24 Ore”, il fondo KKR starebbe per presentare un’offerta per rilevare la rete secondaria di Tim.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Nonostante gli aggiornamenti relativi la pandemia, i listini a Wall Street sono stimati in rialzo.

A due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,29%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,44% e il future sul Nasdaq sale di un punto percentuale.

Piazza Affari Oggi, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib invariato, focus sulle banche

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 17 luglio 2020, quota in parità a 20.348,55 punti (-0,04%).

Avvio di seduta all’insegna della debolezza per il Cac40 (-0,09%) mentre Dax e Ftse100 scambiano sopra la parità (+0,27% e +0,19%).

Incremento di un punto percentuale per lo spread con i titoli tedeschi a 165 punti base.

Nel comparto bancario segnaliamo il -0,15% di Intesa Sanpaolo dopo il via libera all’acquisizione di UBI Banca da parte dell’Antitrust con la condizione che la banca guidata da Carlo Messina ceda oltre 500 sportelli. Al termine della giornata di ieri, le adesioni all’Ops avevano raggiunto il 3,106% del capitale di UBI (Fusione Intesa-UBI, via libera dell’Antitrust ma a pesanti condizioni).

Secondo quanto riportato da “Il Sole 24 Ore”, il fondo KKR starebbe per presentare un’offerta per rilevare la rete secondaria di Telecom Italia (-0,46%).

Borse asiatiche: di Tokyo l’unico segno meno

Seduta contrastata per i listini asiatici: ad Hong Kong l’indice Hang Seng avanza dello 0,69%, il TSE China A50 sale dello 0,96% il 4,5% mentre il Nikkei ha chiuso con un -0,32%.

Segno più anche in Australia, dove lo S&P/ASX 200, ha terminato con un +0,38%.

Wall Street chiude la seduta in negativo

Segno meno per i listini a stelle e strisce: il Nasdaq ha terminato con un -0,73%, lo S&P500 è sceso dello 0,34% ed il Dow Jones ha perso mezzo punto percentuale.

Tra gli altri, oggi è in calendario la pubblicazione dei risultati trimestrali di BlackRock.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories