Borsa Italiana oggi, 12 gennaio 2021: Ftse Mib debole, due velocità per Prysmian e Azimut

Luca Fiore

12 Gennaio 2021 - 17:40

12 Gennaio 2021 - 18:01

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Seduta di poco sotto la parità per la Borsa Italiana oggi, 12 gennaio 2021. Sul Ftse Mib due velocità per le azioni Prysmian e Azimut dopo le ultime notizie. Segno più per lo spread nel giorno dell’asta di Bot e dell’atteso Cdm.

Borsa Italiana oggi, 12 gennaio 2021: Ftse Mib debole, due velocità per Prysmian e Azimut

Seduta all’insegna della debolezza per la Borsa Italiana oggi (sul Ftse Mib spiccano in positivo le performance dei titoli del risparmio gestito) in attesa di novità dagli Stati Uniti, dove è partita la procedura di impeachment.

Per quanto riguarda il nostro Paese, riflettori puntati su Palazzo Chigi, dove questa sera è in calendario un Consiglio dei ministri che, chiamato a dare il via libera al Recovery Plan, potrebbe essere ricordato come quello in cui è stata avviata la crisi di governo con il ritiro dei ministri di Italia Viva.

In corrispondenza della chiusura degli scambi in Europa l’eurodollaro quota in rialzo dello 0,1% a 1,21611 (primo incremento dopo tre segni più consecutivi) mentre il future con consegna marzo sul Brent avanza dell’1,6% a 56,55 dollari al barile.

Borsa Italiana oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, bene i titoli del risparmio gestito

Il Ftse Mib ha chiuso la seduta a 22.646,07 punti (-0,33%) mentre lo spread si attesta a 113 punti base (+6,28%).

Questa mattina il Ministero dell’Economia ha collocato Bot a un anno per 7 miliardi. Il rendimento dei titoli con scadenza 14 gennaio 2022 si è attestato al -0,478%, in rialzo di 2 centesimi rispetto all’asta del mese precedente.

Chiusura in forte territorio negativo per le azioni Prysmian (-6,03%) dopo la notizia che Clubtre (controllata da Tamburi IP) ha concluso il collocamento di 10 milioni di azioni, pari al 3,729% del capitale.

Giornata di vendite anche per TIM (-3,04%), che ha collocato il suo primo “Sustainability Bond”, mentre Fiat Chrysler ha segnato un +2,04%.

Dopo S&P, anche Moody’s Investors Service ha incrementato la valutazione sulla casa italo-statunitense: l’Issuer Rating è stato alzato da “Ba1” a “Baa3”, il rating sulle obbligazioni emesse o garantite da FCA è stato portato da “Ba2” a “Baa3” mentre quello di breve termine è stato incrementato da “(P) NP” a “(P) P-3”. Su tutti i giudizi l’outlook è stabile.

L’attesa di un utile 2020 da record ha permesso a Azimut di terminare con un +2,16%%. Bene anche Banca Mediolanum (+3,6%) e FinecoBank (+1,93%).

Nel comparto bancario, +0,45% per MPS che ha conferito al Credit Suisse un incarico di advisor finanziario per affiancare Mediobanca (+0,88%) “nella valutazione –si legge nella nota dell’istituto senese- delle alternative strategiche a disposizione della Banca".

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, andamento speculare per Prysmian e Azimut

Alle 13 il Ftse Mib registra un -0,24%, il Dax segna un -0,04% ed il Cac40 un -0,15%.

Incremento dello 0,8% a 107 punti base per lo spread nel giorno in cui il Tesoro ha collocato Bot a un anno per 7 miliardi.

Il rendimento dei titoli con scadenza 14 gennaio 2022 si è attestato al -0,478%, in rialzo di 2 centesimi rispetto all’asta del mese precedente.

A Piazza Affari spiccano le vendite sulle azioni Prysmian (-4,16%) dopo la notizia che Clubtre (controllata da Tamburi IP) ha concluso il collocamento di 10 milioni di azioni, pari al 3,729% del capitale.

Andamento speculare per le azioni del risparmio gestito: Banca Mediolanum sale del 3,67%, FinecoBank guadagna l’1,97% e Banca Generali lo 0,74%.

Incremento del 2,89% per Azimut (3,23%) che ha annunciato di attendersi un utile 2020 da record e compreso fra i 375 ed i 415 milioni di euro.

Nel comparto bancario, uuiuio per MPS (uuiuio) che ha conferito al Credit Suisse un incarico di advisor finanziario per affiancare Mediobanca (uuiuio) “nella valutazione –si legge nella nota dell’istituto senese- delle alternative strategiche a disposizione della Banca".

Future Wall Street: prevista apertura positiva

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,21%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,24% e il future sul Nasdaq sale dello 0,32%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, azioni Prysmian in evidenza

A Piazza Affari il paniere delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi passa di mano a 22.755,66 punti (+0,15%) mentre lo spread si attesta a 108 punti base (+1,4%).

Avvio sopra la parità per il Dax (+0,33%), per il Cac40 (+0,12%) mentre il Ftse100 scambia piatto (-0,03%).

A Piazza Affari riflettori puntati sulle azioni Prysmian (-3,47%) dopo la notizia che Clubtre (controllata da Tamburi IP) ha concluso il collocamento di 10 milioni di azioni, pari al 3,729% del capitale. Le azioni sono state cedute a 29,25 euro per azione, oltre quattro punti percentuali al di sotto della chiusura di ieri.

Rosso dello 0,67% per TIM che ha collocato il suo primo “Sustainability Bond”. Il titolo, con scadenza di 8 anni, è stato allocato per 1 miliardo di euro ed ha registrato richieste per oltre 4 miliardi. La cedola è stata fissata all’1,625%, il livello più basso di sempre.

Debole anche Fiat Chrysler (-0,57%). Dopo S&P, anche Moody’s Investors Service ha incrementato la valutazione: l’Issuer Rating è stato alzato da “Ba1” a “Baa3”, il rating sulle obbligazioni emesse o garantite da FCA è stato portato da “Ba2” a “Baa3” mentre quello di breve termine è stato incrementato da “(P) NP” a “(P) P-3”. Su tutti i giudizi l’outlook è stabile.

Il ruolo di top performer del paniere delle blue chip è appannaggio di Azimut (3,23%). La società ha annunciato di attendersi un utile 2020 da record e compreso fra i 375 ed i 415 milioni di euro.

Bene anche Banca Mediolanum (+3,39%), FinecoBank (+0,76%) e Banca Generali (+0,45%).

Borse asiatiche in evidenza

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng segna un rialzo dell’1,3%, il China A50 ha terminato con un +2,98% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,09%.

Debole anche l’indice australiano S&P/ASX 200 (-0,27%).

Wall Street: seduta all’insegna della debolezza

Ieri la seduta del Dow Jones si è chiusa con un -0,29%, lo S&P500 ha segnato un -0,66% ed il Nasdaq lasciato sul campo l’1,25%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories