Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 07 al 13 giugno)

Ufficio Studi Money.it

6 Giugno 2021 - 15:27

condividi

Dalle analisi tecniche sull’indice FTSEMib40 alla valutazione settoriale passando dai dieci titoli sotto la lente da tenere monitorati questa settimana, tra cui: CNH Industrial, Interpump, Snam e Reply.

Borsa Italiana: i 10 titoli da monitorare in settimana (dal 07 al 13 giugno)

L’indice FTSEMib40 chiude la settimana di Borsa a 25.570,46 punti con una performance del +1,59%. Il listino rompe la fase laterale nella quale era intrappolato negli ultimi mesi e allunga con decisione. Il mercato supera poi la resistenza creata sul massimo del 19 febbraio 2020, ma solo le prossime sedute potranno confermare il breakout.

Tra le performance settoriali del Dow Jones Italia da evidenziare la scorsa settimana: i viaggi e tempo libero con una salita del +5,22%, la filiera dell’auto con una crescita del 3,52%, i petroliferi e i beni e sevizi per l’industria. Tra i settori in rosso evidenziamo le utility con un calo del 1,80%, mentre altri comparti non raggiungono il punto percentuale di perdita.

Tra i settori europei dello Stoxx dell’area euro in positivo la filiera dell’auto, come in Italia, con una salita dell’+5,27%, i petroliferi con un +2,99% e i materiali di base con un +2,10%. In negativo invece alcuni comparti tra cui le utility con un calo del 2,52% e il farmaceutico con una flessione dello 0,99%.

FTSEMib40: il quadro tecnico di breve periodo

L’indice FTSEMib40 rompe anche la resistenza creata in area 25.500 punti, parte alta della zona storica di lateralità di lungo periodo, iniziata alla fine del 2009. Nel caso la violazione fosse confermata, questo movimento sarebbe rilevante per l’andamento del mercato, che finalmente potrebbe indirizzarsi verso il recupero dei punti perduti nella lunga discesa registrata nel 2007-2009.

Attualmente la quotazione è sopra la EMA(21) e oltre la SMA(200), media mobile di lungo periodo. Il livello del Supertrend è positivo ed inclinato. L’RSI(14) si avvicina alla fase di ipercomprato, mentre la volatilità invece, rappresentata dall’ATR(14), prosegue la discesa. Il Directional Movement, DMI(14), indicatore direzionale, è positivo mentre l’ADX(14) non accompagna il movimento del trend.

Uno scenario long sarebbe plausibile solo sopra il massimo della barra di venerdì scorso a quota 25.570,46 punti con un entry in area 25.720. Uno stop loss si potrebbe posizionare in zona 25.110, sotto il minimo della barra del 3 giugno 2021. Il primo target si potrebbe collocare a 26.460, mentre il secondo target a 27.000.

Una posizione short si potrebbe posizionare alla rottura del supporto statico a quota 24.040 con un entry in area 23.850 punti. Uno stop loss si potrebbe inserire a 24.610 punti. Il primo target si potrebbe collocare a quota 23.300 ed un secondo target in zona 22.600.

I 10 titoli azionari sotto la lente a Piazza Affari

Tra i titoli del FTSEMib40 da tenere sotto la lente questa settimana si evidenziano alcune impostazioni tecniche di rilievo:

CNH Industrial prosegue la corsa e continua a salire dopo il pullback avvenuto sulla base di consolidamento in zona 13,30 euro. Il primo obiettivo long si potrebbe impostare in area 15 euro. Importante il mantenimento dei 14 euro, area sotto la quale si potrebbe assistere ad un nuovo ritracciamento verso la trendline di medio periodo.

A2a allunga sopra la resistenza statica in zona 1,7050 euro. Dopo la rottura però l’azione appare ancora incerta e si arresta poco sopra l’area di prezzo. Un allungo potrebbe condurre il titolo verso quota 1,780 euro. Una perdita del livello attuale invece riporterebbe l’azione verso il test della trendline di medio termine.

Interpump apre in forte gap up nella seduta di mercoledì 2 giugno e poi tenta di allungare. Le ultime sedute però appaiono frenate dalla brusca salita. Il movimento potrebbe proseguire in caso di rottura del massimo della barra di venerdì scorso, ma attenzione alle prese di beneficio che potrebbe cedere spazio alle vendite.

Poste Italiane continua il rally impostato dal 1 febbraio 2021. Da quella data infatti l’azione è cresciuta in modo costante, con poche prese di beneficio o correzioni. Ad oggi il titolo si presenta alla registrazione del nuovo massimo storico di periodo. Primo obiettivo long si potrebbe fissare in area 12,50 euro, zona ancora inesplorata.

Snam rompe la resistenza in area 4,84 euro. Il breakout definitivo sarà confermato nei prossimi giorni, quando il titolo mostrerà di avere la forza per un allungo. In caso contrario si potrebbe assistere ad passo indietro in direzione dei 4,75 euro e successivamente di area 4,60 euro.

Tra i titoli del FtseMib sotto i riflettori ancora Prysmian, mentre nel segmento MidCap e STAR di Borsa italiana da evidenziare invece: Tinexta, Stellantis, Reply ed Esprinet.

Reply allunga e poi si arresta in fase di consolidamento dopo la repentina accelerazione. La perdita del supporto in zona 130 euro potrebbe condurre il titolo verso il test della trendline dinamica di medio termine. Una violazione rialzista permetterebbe invece la registrazione di un nuovo massimo storico e un primo obiettivo individuabile in area 140 euro.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.