Bonus ristrutturazione 2022: proroga in Legge di Bilancio? Le novità in arrivo

Rosaria Imparato

12 Ottobre 2021 - 17:18

condividi

La Legge di Bilancio 2022 conterrà la proroga del bonus ristrutturazione? Vediamo quali sono le novità in arrivo anche per sconto in fattura e cessione del credito.

Bonus ristrutturazione 2022: proroga in Legge di Bilancio? Le novità in arrivo

Quali sono le novità in arrivo in Legge di Bilancio 2022 per quanto riguarda il bonus ristrutturazione? L’agevolazione sarà oggetto di proroga, anche con sconto in fattura e cessione del credito, oppure si potrà usare solo tramite detrazione?

Entro il 15 ottobre va presentata la NADEF, la Nota di Aggiornamento al DEF (documento di economia e finanza) con gli obiettivi programmatici per i prossimi anni. Nella NADEF quindi ci sono le indicazioni da seguire e sviluppare in legge di Bilancio.

Il testo della manovra dovrà poi essere approvato entro il 31 dicembre 2021, così da entrare in vigore dal 1° gennaio 2022. Cosa succederà ai bonus casa, cioè tutte quelle agevolazioni che consentono ai contribuenti di detrarre una parte delle spese sostenute per i lavori edilizi?

Bonus ristrutturazione 2022: quali sono le novità in arrivo in Legge di Bilancio?

Il bonus ristrutturazione è una delle agevolazioni fiscali più utilizzate dai cittadini, perché consente di portare in detrazione il 50% delle spese sostenute entro il limite di 96.000 euro di spesa.

L’agevolazione però, insieme alle altre del pacchetto bonus casa è in scadenza al 31 dicembre 2021 (dall’eco e sismabonus al bonus facciate, dall’incentivo per i mobili a quello per i giardini). Di solito queste misure vengono prorogate di anno in anno (a volte anche per un periodo di due anni) in Legge di Bilancio.

Cosa accadrà quest’anno, con la manovra finanziaria 2022? Qualche anticipazione è stata data dal ministro MEF Franco in audizione al Senato lo scorso 5 ottobre, e per chi deve fare i lavori in casa non sono tutte buone notizie, visto che “tutti questi interventi hanno oneri su finanza pubblica”.

L’obiettivo resta quello di garantire la proroga degli incentivi per i lavori in casa in Legge di Bilancio 2022, ma solo dopo aver attentamente valutato il rapporto tra costi e benefici. Proprio per questo tipo di analisi si potrebbe optare per una riduzione dell’aliquota di detrazione, o con dei nuovi limiti di spesa.

Bonus ristrutturazione 2022: proroga anche della cessione credito e dello sconto in fattura?

Per quanto riguarda i bonus casa c’è anche un altro modo da sciogliere: i metodi di fruizione alternativi alla detrazione.

Il decreto Rilancio (maggio 2020) ha esteso la portata della cessione del credito e dello sconto in fattura anche al bonus ristrutturazione.

L’unica eccezione riguarda il bonus verde e il bonus mobili, che in tutto il panorama delle agevolazioni per la casa sono gli unici a poter essere usati solo tramite detrazione in dichiarazioni dei redditi tramite 10 quote annuali di pari importo.

Dal 15 ottobre quindi inizieremo ad avere un quadro più chiaro di quanto sarà presente in Legge di Bilancio 2022, e se la proroga riguarderà non solo il bonus ristrutturazione ma anche la cessione del credito e lo sconto in fattura.

Iscriviti a Money.it