Bonus mobili 2019: proroga sconto 50% su arredi ed elettrodomestici

Bonus mobili 2019: proroga della detrazione del 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi. Con il Ddl della Legge di Bilancio 2019 il Governo intende prorogare tale sconto anche per il prossimo anno.

Bonus mobili 2019: proroga sconto 50% su arredi ed elettrodomestici

Bonus mobili: ci sarà la proroga della detrazione fiscale anche per il 2019?

La risposta arriverà entro fine anno con l’approvazione del testo definitivo della prossima Legge di Bilancio 2019.

Intanto tra le agevolazioni fiscali presenti nel Ddl della prossima Legge di Bilancio approvato dal Consiglio dei Ministri lo scorso 15 ottobre rientra anche la proroga del bonus mobili per tutto il 2019.

Il bonus mobili è uno sconto sotto forma di detrazione Irpef del 50% sulle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi in seguito a lavori di ristrutturazione nella propria abitazione.

Un requisito necessario per la fruizione del bonus mobili è quello di aver effettuato recentemente degli interventi di ristrutturazione.

Cos’è il bonus mobili e quali sono i requisiti per beneficiare della detrazione del 50% sulle spese per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi?

Ecco tutte le istruzioni per i soggetti che intendono fruire del bonus mobili per il quale il Governo ha previsto una proroga anche per il 2019.

Bonus mobili: le novità sulla proroga dello sconto prevista per il 2019

Tra le novità inserite nel Ddl della Legge di Bilancio 2019 approvato dal Cdm il 15 ottobre 2018 è prevista anche la proroga del bonus mobili per il prossimo anno.

Il bonus mobili rientra nelle varie agevolazioni e detrazioni fiscali per la casa che potrebbero essere prorogate anche per il 2019.

Il bonus mobili infatti non è l’unico che si intende prorogare con la Legge di Bilancio 2019, per il prossimo anno sembra quasi certa l’ipotesi di una proroga anche per le seguenti detrazioni fiscali:

  • bonus ristrutturazioni che prevede uno sconto del 50% sui lavori di ristrutturazione edilizia;
  • ecobonus con cui si può detrarre il 50% o il 65% della spesa per interventi di risparmio energetico.

Bonus mobili 2019: requisiti per beneficiare della detrazione del 50% sulle spese d’acquisto

Il bonus mobili consiste in una detrazione fiscale pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi fino a un importo massimo di 10.000 euro.

Tra i requisiti fondamentali per poter fruire del bonus mobili vi è quello di aver effettuato interventi di ristrutturazione nella propria abitazione a partire dal 1° gennaio dell’anno precedente all’acquisto di mobili o elettrodomestici, e in ogni caso non prima dell’entrata in vigore di tale agevolazione in data 26 giugno 2012.

In pratica, se si intende fruire del bonus mobili per gli acquisti effettuati nel 2018 bisogna sapere che l’intervento di ristrutturazione edilizia non deve essere iniziato prima del 1° gennaio 2017.

Tuttavia, se è necessario che l’inizio della ristrutturazione risulti in data precedente rispetto a quella dell’acquisto del mobile o dell’elettrodomestico, per quanto riguarda le spese sostenute per i lavori di ristrutturazione non vi sono particolari vincoli temporali.

Un altro requisito fondamentale per poter beneficiare dello sconto previsto dal bonus mobili è che i lavori di ristrutturazione effettuati non dovranno modificare le dimensioni originarie dell’immobile.

Quali acquisti sono ammessi al bonus mobili 2019

Il bonus mobili consente di detrarre i costi sostenuti per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici di classe elettronica A+ e A fino a una spesa massima di 10.000 euro.

La detrazione d’imposta del 50% delle spese sostenute spetta per l’acquisto di mobili o elettrodomestici nuovi di classe pari almeno alla A+ (e A solo per i forni).

Rientrano nella categoria dei mobili nuovi ad esempio letti, armadi, divani, poltrone, tavoli, comodini, scrivanie e librerie.

Sono invece esclusi gli acquisti di porte, pavimentazioni, tende e altri complementi di arredo.

Nella categoria degli elettrodomestici nuovi per i quali è possibile fruire della detrazione prevista dal bonus mobili ci sono tutti i dispositivi che rientrano nella classe energetica non inferiore alla A+, a parte i forni per cui la classe di riferimento richiesta è la A.

È possibile rilevare la classe di riferimento dell’elettrodomestico dall’apposita etichetta energetica. È possibile fruire del bonus mobili anche per l’acquisto di elettrodomestici privi di etichetta, a condizione che per essi non ne sia stato ancora previsto l’obbligo.

Rientrano nella categoria dei grandi elettrodomestici ad esempio frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavastoviglie, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, ventilatori elettrici e apparecchi per il condizionamento.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Bonus arredi

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.