Bonus idrico 2021: come funziona la piattaforma e documenti da allegare

Rosaria Imparato

26 Ottobre 2021 - 11:00

condividi

Il decreto del ministero della Transazione Energetica è stato pubblicato in GU: vediamo come funziona la piattaforma per la domanda del bonus idrico e quali documenti allegare per il rimborso.

Bonus idrico 2021: come funziona la piattaforma e documenti da allegare

Tutto pronto per il bonus idrico 2021: il decreto attuativo del Ministero della Transizione Ecologica del 27 settembre è stato finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 ottobre.

Così, dopo 10 mesi (quasi undici) dalla Legge di Bilancio, finalmente viene scritto nero su bianco e in modo ufficiale come funziona la piattaforma per richiedere il rimborso spese, e anche quali sono i documenti da allegare per fare in modo che la propria domanda vada a buon fine.

Il bonus consiste in un rimborso fino a 1.000 euro per le persone fisiche che hanno fatto lavori di sostituzione (fornitura e messa in opera) finalizzati al risparmio delle risorse e alla riduzione degli sprechi d’acqua.

Si può ottenere quindi il rimborso per le spese sostenute e documentate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021 per la sostituzione di sanitari e rubinetti con nuovi apparecchi con scarico ridotto, così come la sostituzione di soffioni e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua.

Visto che i rimborsi fiscali verranno presentati in base all’ordine di presentazione delle domande e fino a esaurimento delle risorse stanziate pari a 20 milioni per il 2021 (insomma, un vero e proprio click day) è importante sapere come funziona la piattaforma per la gestione della domanda e avere a portata di mano tutti i documenti da allegare.

Bonus idrico 2021: come funziona la piattaforma

Per accedere alla “Piattaforma bonus idrico” sul sito del Ministero della Transizione Ecologica innanzitutto registrarsi, e poi autentificarsi con SPID oppure con carta d’identità elettronica.

All’atto della registrazione, il beneficiario autocertifica i seguenti dati:

  • nome, cognome, codice fiscale del beneficiario;
  • importo della spesa sostenuta per cui si richiede il rimborso;
  • quantità del bene e specifiche della posa in opera o installazione;
  • specifiche tecniche, per ogni bene sostituito da apparecchi a limitazione di flusso d’acqua, oltre a specifica della portata massima d’acqua (in l/min) del prodotto acquistato;
  • identificativo catastale dell’immobile (Comune, Sezione, Sezione Urbana, Foglio, Particella, Subalterno) per cui è stata presentata istanza di rimborso;
  • di non avere usufruito di altre agevolazioni fiscali per le medesime spese;
  • coordinate del conto corrente bancario/postale (IBAN) del beneficiario su cui accreditare il rimborso;
  • titolo giuridico per il quale si richiede il bonus (proprietario, cointestatario, locatario, usufruttuario ecc.);
  • attestazione del richiedente non proprietario o comproprietario degli estremi del contratto da cui trae titolo;
  • attestazione di avvenuta comunicazione al cointestatario/proprietario (con nome, cognome e codice fiscale) della volontà di fruire del bonus.

Il bonus idrico non costituisce reddito imponibile del beneficiario e non è cumulabile con altre agevolazioni fiscali usufruire per gli stessi interventi, per esempio col bonus ristrutturazioni.

Piattaforma bonus idrico 2021: i documenti da allegare alla domanda

Come si legge nel decreto attuativo pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 ottobre, alla domanda per ottenere il rimborsi si devono allegare alcuni documenti, ovvero:

  • la copia della fattura elettronica o del documento commerciale in cui è riportato il codice fiscale del soggetto richiedente il credito;
  • per i soggetti non tenuti a emettere fattura elettronica, si considera valida anche l’emissione di una fattura o di un documento commerciale, attestante l’acquisto del bene;
  • copia del versamento bancario o postale o altri sistemi di pagamento;
  • la documentazione del venditore idonea a ricondurre la transazione allo specifico prodotto acquistato, come da modello disponibile sulla Piattaforma.

In allegato, la Gazzetta Ufficiale n. 254 del 23 ottobre 2021. Per ulteriori dettagli si possono consultare le FAQ del Ministero della Transizione Ecologica.

Infine, è bene precisare che ad oggi non ci sono indicazioni precise rispetto alle tempistiche di attivazione della piattaforma: è bene quindi monitorare il sito del MiTE per gli avvisi di operatività del bonus.

Gazzetta Ufficiale del 23 ottobre 2021
Erogazione del bonus idrico

Iscriviti a Money.it