Bonus Garanzia Giovani 2019, pubblicata la circolare INPS. Requisiti e come fare domanda

Bonus Garanzia Giovani 2019, è stata finalmente pubblicata la circolare INPS n. 54 con requisiti ed istruzioni per fare domanda. Si sblocca l’incentivo fino ad 8.060 euro per le imprese che assumono.

Bonus Garanzia Giovani 2019, pubblicata la circolare INPS. Requisiti e come fare domanda

Bonus Garanzia Giovani 2019, dopo quasi cinque mesi arriva l’attesa circolare INPS che dà ufficialmente il via all’incentivo riconosciuto alle imprese che assumono.

Regole, requisiti ed istruzioni per le imprese che intendono fare domanda sono contenute nella circolare n. 54 diramata il 17 aprile 2019, che segue il decreto di rifinanziamento del bonus Garanzia Giovani dell’ANPAL datato 28 dicembre 2018.

Il bonus, di importo pari ad un massimo di 8.060 euro, spetta per le assunzioni a tempo indeterminato effettuate dal 1° gennaio al 31 dicembre 2019, nel rispetto dei limiti delle risorse stanziate, pari ad un totale di 160 milioni di euro.

Sulla base di quanto stabilito dalla circolare INPS per il 2019, non si segnalano particolari novità in merito ai requisiti generali per poter beneficiare del bonus per le assunzioni iscritti al programma Garanzia Giovani.

L’incentivo, da calcolare su base mensile, potrà essere cumulato con il bonus per favorire l’occupazione giovanile per la parte residua e per la quota di contributi a carico del datore di lavoro.

Bonus Garanzia Giovani 2019, ecco la circolare INPS. Requisiti e come fare domanda

La pubblicazione della circolare INPS rappresentava l’ultimo passo formale per dare il via al bonus Garanzia Giovani per il 2019. Il documento attuativo, n. 54 del 17 aprile 2019, riepiloga le regole generali e fornisce le istruzioni per la presentazione della domanda da parte delle imprese.

Il bonus Garanzia Giovani è riconosciuto alle imprese che effettuano nuove assunzioni di giovani NEET (non impegnati in rapporti di lavoro, in corsi di studio o percorsi di formazione) di età compresa tra i 15 ed i 29 anni e si affianca agli altri bonus attualmente in vigore.

L’incentivo spetta nel caso di assunzioni con contratto a tempo indeterminato, anche a scopo di somministrazione, nonché per i rapporti di apprendistato professionalizzante, nonché per i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo con una cooperativa di lavoro.

Non sono previste differenze nel caso di rapporti a tempo pieno o a tempo parziale, mentre la circolare INPS chiarisce che non si ha diritto all’incentivo nel caso di contratti di apprendistato per la qualifica ed il diploma professionale, il diploma di istruzione secondaria superiore e il certificato di specializzazione tecnica superiore, nonché i contratti di apprendistato di alta formazione e di ricerca.

Esclusi anche i contratti di trasformazione a tempo indeterminato di rapporti a termine: in tal caso, viene meno il requisito di NEET alla data dell’evento incentivabile.

Prima di analizzare le regole più importanti, si allega di seguito la circolare INPS n. 54 del 17 aprile 2019:

Circolare INPS n. 54 del 17 aprile 2019
Decreto direttoriale dell’Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro n. 581 del 28 dicembre 2018. Proroga Incentivo Occupazione NEET del Programma Operativo Nazionale “Iniziativa Occupazione Giovani” (PON IOG) per assunzioni effettuate nel corso dell’anno 2019. Indicazioni operative. Istruzioni contabili. Variazioni al piano dei conti

Bonus Garanzia Giovani con sgravio contributivo fino a 8.060 euro

È pari ad un massimo di 8.060 euro l’importo del bonus riconosciuto alle imprese. Nello specifico, l’incentivo per l’occupazione di NEET è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL.

L’importo effettivamente spettante è calcolato su base mensile, nonché in base all’orario di lavoro del neo-assunto, se a tempo pieno o parziale.

La soglia massima di esonero della contribuzione datoriale riferita al periodo di paga mensile è pari a 671,66 euro.

Nel caso di rapporti di lavoro instaurati e risolti nel corso del mese, il limite mensile va riproporzionata assumendo a riferimento la misura di 21,66 euro (€ 671,66/31) per ogni giorno di fruizione dell’esonero contributivo.

Si ricorda infine che così come specificato dalla circolare INPS n. 54, il bonus Garanzia Giovani in favore dello stesso lavoratore spetta una sola volta.

Dopo una prima concessione non è, pertanto, possibile rilasciare nuove autorizzazioni per nuove assunzioni effettuate dallo stesso o da altro datore di lavoro, a prescindere dalla causa di cessazione del precedente rapporto e dall’entità dell’effettiva fruizione del beneficio.

Ciò vale anche nelle ipotesi in cui il medesimo incentivo sia stato riconosciuto per un’assunzione effettuata nel corso dell’anno 2018.

Si ricorda infine che l’assunzione deve determinare un incremento occupazionale netto rispetto alla media dei lavoratori occupati nei dodici mesi precedenti.

Domanda bonus Garanzia Giovani 2019, modulo INPS e istruzioni

Per richiedere il bonus Garanzia Giovani i datori di lavoro dovranno innanzitutto compilare il modulo di domanda on-line “NEET”, disponibile all’interno dell’applicazione “Portale delle agevolazioni (ex DiResCo)”, sul sito internet www.inps.it.

Si tratta della domanda preliminare di ammissione all’incentivo, nella quale bisogna indicare i seguenti dati:

  • il lavoratore nei cui confronti è intervenuta o potrebbe intervenire l’assunzione a tempo indeterminato;
  • la regione e la provincia di esecuzione della prestazione lavorativa;
  • l’importo della retribuzione mensile media, comprensiva dei ratei di tredicesima e quattordicesima mensilità;
  • la misura dell’aliquota contributiva datoriale che può essere oggetto di sgravio (cfr., sul punto, il paragrafo 8 della circolare n. 40/2018 sul nuovo esonero strutturale all’occupazione dei giovani disciplinato dall’articolo 1, commi 100-108 e 113-114, della legge n. 205/2017);
  • se per l’assunzione intende fruire anche dell’esonero previsto dall’articolo 1, comma 100 e ss., della legge n. 205/2017.

Per consultare e scaricare il modulo NEET sarà necessario, all’interno del sito INPS, cliccare sulla pagina “Accedi ai servizi” e seguire il seguente percorso: “Altre tipologie di utente” > “Aziende, consulenti e professionisti” > “Servizi per le aziende e consulenti” > “Dichiarazioni di responsabilità del contribuente”.

Sarà l’INPS successivamente ad effettuare i controlli sia sulle ricorse disponibili che sull’importo dell’incentivo spettante.

Assunzione dopo 10 giorni dalla comunicazione di prenotazione

Nel caso di accoglimento della domanda di prenotazione, il datore di lavoro entro 10 giorni di calendario dovrà comunicare l’avvenuta assunzione, pena l’inefficacia della precedente prenotazione delle somme, ferma restando la possibilità per il datore di lavoro di presentare successivamente un’altra domanda.

La circolare INPS sottolinea l’importanza della corretta compilazione dei moduli INPS Unilav/Unisomm, ricordando che non può essere accettata una domanda di conferma contenente dati diversi da quelli già indicati nell’istanza di prenotazione, né può essere accettata una domanda di conferma cui è associata una comunicazione Unilav/Unisomm non coerente.

Il bonus Garanzia Giovani potrà essere utilizzato mediante conguaglio o compensazione nelle denunce contributive (Uniemens, ListaPosPA o DMAG) e il datore di lavoro dovrà avere cura di non imputare l’agevolazione a quote di contribuzione non oggetto di esonero.

Per tutte le istruzioni operative nel dettaglio si rimanda a quanto contenuto nella circolare INPS n. 54 del 17 aprile 2019.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Garanzia Giovani

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.