Bonus 200 euro in pagamento: chi sta per riceverlo

Simone Micocci

05/10/2022

05/10/2022 - 16:07

condividi

Bonus 200 euro: sono in arrivo i soli per chi non lo ha ancora ricevuto. Sarà l’Inps a effettuare direttamente l’accredito, ma non è stata ufficializzata una data.

Bonus 200 euro in pagamento: chi sta per riceverlo

È in pagamento a ottobre il bonus 200 euro per le categorie che non lo hanno ancora ricevuto. Introdotto dal decreto legge n. 50 del 17 maggio scorso come sostegno contro il caro vita, per il bonus 200 euro sono state previste delle tempistiche di pagamento differenti a seconda della categoria interessata. I primi a riceverlo sono stati i pensionati, nonché i titolari di assegno sociale e pensione d’invalidità; dopodiché è stata la volta dei lavoratori subordinati, esclusi quelli del settore domestico, ai quali è stato anticipato in busta paga dal datore di lavoro, e infine di chi prende il reddito di cittadinanza.

Per tutti gli altri il pagamento è stato rimandato a ottobre così da permettere all’Inps di procedere con tutte le verifiche del caso, ossia per accertarsi che tra coloro che lo devono ancora ricevere non ci siano persone che lo abbiano percepito sotto altro titolo. Ricordiamo, infatti, che il bonus 200 euro si può ricevere una sola volta, anche qualora si faccia parte contemporaneamente di due categorie che ne hanno diritto: si pensi, ad esempio, a chi è lavoratore dipendente ma nel contempo ha anche una collaborazione in essere, il quale avendolo già percepito in busta paga non riceverà alcun accredito a ottobre.

Per chi ancora lo deve ricevere, invece, i tempi di pagamento del bonus 200 euro sono maturi: a tal proposito, ecco per chi sono in arrivo i soldi e quando.

Bonus 200 euro in pagamento: ecco per chi

Il testo del decreto Aiuti riconosce l’indennità una tantum di 200 euro a un lungo elenco di persone. Come anticipato, però, solamente una parte di questi ha già ricevuto i soldi, mentre altri hanno dovuto attendere fino a ottobre.

È il caso ad esempio dei lavoratori domestici, come ad esempio colf e badanti, i quali rappresentando una categoria particolare di lavoratore subordinato, in quanto il datore di lavoro non agisce come sostituto d’imposta, non hanno ricevuto il bonus in busta paga. A pagarlo loro sarà direttamente l’Inps, previa domanda da parte dell’interessato. Quindi, per coloro che ne hanno fatto regolarmente richiesta, sta per arrivare il bonus di 200 euro che verrà erogato sul conto corrente indicato al momento della domanda.

Il pagamento è stato ritardato in quanto, come si legge chiaramente nel comma 17 dell’articolo 32 del decreto Aiuti, “le indennità di 200 euro di cui ai commi 9 e 16 saranno erogate successivamente all’invio delle denunce dei datori di lavoro di cui all’articolo 31 comma 4”, il che fa riferimento ai flussi Uniemens di luglio per i quali c’è tempo fino al 31 agosto per l’invio. Dunque, l’Inps si è preso il mese di settembre per effettuare le dovute valutazioni, per poi procedere al pagamento del bonus 200 euro solamente a ottobre.

Una situazione che riguarda non solo i lavoratori domestici ma anche i disoccupati, purché nel mese di giugno 2022 abbiano percepito un’indennità tra le seguenti:

  • Naspi;
  • Dis-Coll;
  • disoccupazione agricola.

Questi riceveranno il bonus 200 euro contestualmente al pagamento di ottobre, o comunque - qualora nel frattempo l’indennità non viene più erogata - sullo stesso conto corrente dove si riceveva la prestazione.

E ancora, viene pagato a ottobre il bonus per i titolari di collaborazione coordinata e continuativa, previa domanda dell’interessato, come pure ai lavoratori che hanno già beneficiato di uno dei sostegni introdotti per Covid-19.

Infine, sempre previa domanda degli interessati, il bonus 200 euro è in arrivo per coloro che lo hanno richiesto in qualità di:

  • lavoratori stagionali a tempo determinato e intermittenti;
  • iscritti al fondo pensione lavoratori dello spettacolo;
  • incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori autonomi senza partita Iva.

Più lunghi, invece, i tempi per l’erogazione del bonus 200 euro in favore dei lavoratori autonomi con partita Iva e liberi professionisti, i quali solo da qualche giorno hanno potuto inviare la loro richiesta.

Quando viene pagato il bonus 200 euro?

Tuttavia, l’Inps non ha comunicato una data esatta per il pagamento del bonus 200 euro. Molto probabile che nel caso dei percettori di Naspi, Dis-Coll e indennità di disoccupazione agricola il bonus venga erogato contestualmente al pagamento della prestazione, laddove ancora percepita.

In ogni caso, assicura l’Istituto, il pagamento avverrà per tutte le categorie suddette entro il 31 ottobre.

Iscriviti a Money.it