Bolsonaro è positivo al coronavirus, la conferma dal presidente del Brasile in TV

Il presidente del Brasile, Bolsonaro, è positivo al coronavirus. Il contagio potrebbe essere avvenuto nel corso di una festa a casa dell’ambasciatore americano lo scorso 4 luglio.

Bolsonaro, il presidente del Brasile, è risultato essere positivo al coronavirus. L’ufficialità della notizia arriva proprio dallo stesso presidente nel corso di una diretta televisiva, che già aveva preannunciato di avere i sintomi della COVID-19.

Lo scorso 4 luglio il presidente del Brasile aveva partecipato a una festa a casa dell’ambasciatore americano per le celebrazioni del giorno dell’indipendenza americana, alla quale erano presenti anche il ministro degli Esteri, Ernesto Araújo, il ministro della Difesa, Fernando Azevedo e il figlio del presidente, Eduardo. In rete sono diventate virale le foto scattate in quell’occasione e nessuno dei partecipanti stava indossando la mascherina. Sembrerebbe che il contagio sia avvenuto proprio nel corso di quell’evento.

Bolsonaro positivo al coronavirus

Nel Paese dove i contagiati hanno ormai superato 1 milione e mezzo e i deceduti per la COVID-19 sono oltre 65.000, anche il presidente adesso è positivo al coronavirus.

Le prime indiscrezioni sulla possibile infezione di Bolsonaro erano iniziate a circolare lo scorso lunedì sera. I media locali avevano infatti riportato che il presidente stava manifestando dei sintomi del coronavirus, tra cui la febbre, con una temperatura di 38°C e una tosse persistente.

Anche lo stesso Bolsonaro aveva già spiegato alla folla di sostenitori, che ormai ogni giorno lo attendono sotto la sua residenza presidenziale, che era sotto controllo medico per sospetto contagio: “Torno ora dall’ospedale, ho fatto un controllo polmonare. Il polmone è pulito”

Bolsonaro si è poi sottoposto a tampone e, in attesa dei risultati ufficiali, aveva annullato la sua agenda politica. Il presidente aveva inoltre aggiunto che stava già assumendo l’idrossiclorochina, il farmaco anti-coronavirus tanto osannato da Trump, ma bloccato dall’OMS per la presunta pericolosità.

Bolsonaro minimizza il coronavirus

Nel corso della pandemia il presidente del Brasile aveva minimizzato i rischi del coronavirus a più riprese, esortando il Paese a riprendere la sua attività al fine di evitare una possibile crisi economica.

Le scelte di Bolsonaro avevano scatenato una protesta che si era estesa anche oltre i confini nazionali, con i manifestanti che lo accusavano direttamente per l’alto numero di decessi causati dal coronavirus in Brasile. Anche a diversi investitori stranieri non è piaciuto l’operato del presidente ed hanno ritirato oltre 30 miliardi in soli 3 mesi. Attualmente nel Paese non è presente un ministro della Salute, dal momento che gli ultimi due hanno lasciato il loro incarico dopo gli scontri con il presidente nella gestione della pandemia.

Lo scorso marzo, agli esordi dei primi decessi in Brasile, il presidente, nel corso di un discorso alla nazione, si era vantato del fatto che, qualora fosse risultato positivo al coronavirus sarebbe guarito rapidamente grazie al suo “passato da atleta”. Anche adesso non sembra dirsi preoccupato, tanto che ha affermato;

Non c’è motivo di avere paura. Questa è la vita. La vita continua. Ringrazio Dio per la mia vita e per il ruolo che mi è stato dato di decidere il futuro di questa grande nazione che si chiama Brasile”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories