Bollette luce e gas, riduzione dell’IVA al 5% dal 2020

IVA al 5% sulle bollette di luce e gas: è questa una delle novità allo studio del Governo, e che potrebbe rientrare nel piano di riforma da inserire in Legge di Bilancio 2020.

Bollette luce e gas, riduzione dell'IVA al 5% dal 2020

IVA ridotta sulle bollette luce e gas: è questa una delle novità allo studio del Governo in vista della presentazione della Legge di Bilancio 2020.

Se ad oggi l’aliquota IVA sulle bollette è pari al 10%, a partire dal prossimo 1° gennaio potrebbe passare al 5%, con un risparmio annuo fino a circa 150 euro a famiglia.

La misura riguarderebbe esclusivamente le famiglie, ed i consumi di energia elettrica e gas ad uso domestico. La novità rientra nel piano di revisione delle aliquote IVA che, già dal 2020, potrebbe portare ad una riduzione dei prezzi di beni e servizi di prima necessità e, in parallelo, ad un rialzo di quelli considerati di lusso.

Bollette gas e luce, riduzione dell’IVA al 5% dal 2020

Era stato il Ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, a dichiarare la volontà del Governo di ridurre il costo delle bollette. Ora, con l’ipotesi di riduzione dell’IVA dal 10% al 5%, emergono dettagli su quelle che sono le possibili novità in arrivo con la Legge di Bilancio 2020.

Se da un lato le bollette continuano a salire a causa dell’andamento fluttuante del costo della materia prima, anche a causa del complicato scenario internazionale, una riduzione dell’aliquota IVA consentirebbe di risparmiare una somma fino a 144 euro all’anno.

Riduzione IVA bollette, quanto si risparmia

È Facile.it ad aver calcolato il risparmio previsto in caso di riduzione dell’IVA sulle bollette di luce e gas.

A fronte di un costo annuo di 1.614 euro a famiglia, il risparmio stimato nel caso di passaggio dall’aliquota del 10% a quella del 5% potrebbe essere compreso tra i 26 e i 144 euro l’anno.

Più ridotto sarebbe il risparmio sulle bollette della luce: poco più di 2 euro al mese, pari a 26 euro in un anno.

Considerevole sarebbe invece il risparmio sulla bolletta del gas, che potrebbe però variare sensibilmente a seconda di come il Governo intenderà applicare la riduzione dell’aliquota.

Sui consumi di gas sono infatti previste due diverse aliquote: fino a 480 smc di gas, si applica l’aliquota IVA dele 10%; per i consumi superiori a tale soglia, l’imposta dovuta è invece del 22%.

Se la riduzione dell’IVA dovesse riguardare soltanto quella del 10%, il risparmio sarebbe irrisorio, e pari a circa 13 euro all’anno. Diverso sarebbe, invece, nel caso in cui il taglio dell’IVA fosse esteso anche ai consumi sottoposti a tassazione del 22%: il risparmio ammonterebbe a circa 118 euro all’anno.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories