Blockchain e bambù gigante per aziende carbon neutral

8 Giugno 2022 - 17:24

condividi

Piantare alberi di bambù per combattere il cambiamento climatico: è questo il servizio offerto da Forever Bambù alle aziende, che per il loro comportamento sostenibile ricevono un NFT unico

Blockchain e bambù gigante per aziende carbon neutral

Possono le nuove tecnologie come la blockchain venire in aiuto alle aziende per ridurre il loro impatto sull’ambiente? È quello che si è chiesto Emanuele Rissone, Chief Executive Officer di Forever Bambù, azienda che si occupa di piantare grandi quantità di alberi di bambù gigante e ne certifica i possessori attraverso la tecnologia blockchain.

Questo è stato possibile anche grazie all’arguzia dell’azienda, la quale, consapevole del fatto che questa tecnologia è estremamente energivora, ha scelto una blockchain sostenibile che è possibile utilizzare senza impattare sull’ambiente, ossia Polygon.

L’obiettivo di Forever Bambù è quello di consentire alle aziende che producono CO2 lungo la loro catena del valore di piantare alberi e possederli per una quantità di tempo necessaria ad abbattere l’impatto ambientale che hanno generato.

Alle aziende che acquistano il servizio, chiamato Forever Zero CO2, viene donato un (Non-Fungible Token) NFT, ossia un pezzo unico di arte digitale, che certifica il comportamento sostenibile dell’azienda in ambito ambientale.

L’azienda, nata nel 2014 da un’idea di Emanuele Rissone e Mauro Lajo, va ad arricchire il panorama italiano delle realtà impegnate nella piantumazione di alberi per limitare il cambiamento climatico.

Dalla sua nascita, l’azienda ha fondato 28 società agricole per realizzare l’effettiva piantumazione degli alberi di bambù gigante. Oggi le foreste in totale sono cinque e sono presenti in quattro città, ossia Alessandria, Asti, Grosseto e Siena, per un totale di 200 ettari di proprietà.

Forever Bambù Forever Bambù Forever Bambù

Fra le aziende che hanno già scelto questo servizio ci sono Brugola, azienda fondatrice dell’omonima chiave esagonale, CBM Onlus Italia, realtà impegnata nella cura e nella prevenzione della cecità, Immobilion, società di real estate.

La diversità che arricchisce

Sebbene non sia semplice realizzare che due mondi così apparentemente lontani possono incontrarsi e generare qualcosa di positivo per l’ambiente, è necessario rendersi conto che con le nuove tecnologie è possibile creare progetti innovativi e sostenibili.

Se sfruttate in maniera intelligente, tecnologie preziose come la blockchain, possono essere estremamente utili per realizzare progetti che abbiano al loro nucleo la sostenibilità e siano unici.

Ciò che è più importanti è non fermarsi e alle apparenze e cercare di spingere l’innovazione verso orizzonti sempre più grandi e impensabili, altrimenti non sarà possibile realizzare gli obiettivi in ambito di sostenibilità che ci attendono nel 2030, ogni giorno sempre più vicini.

Iscriviti a Money.it