Bitcoin: quanto avresti se avessi investito 100 dollari nel 2010?

Marco Ciotola

21/02/2021

22/06/2021 - 17:26

condividi

Superata abbondantemente quota 55mila dollari, un investimento minimo fatto agli esordi ti avrebbe reso ultramilionario. Ecco quanto avresti ora

Bitcoin: quanto avresti se avessi investito 100 dollari nel 2010?

Un Bitcoin vale in questo momento 57mila dollari, con una crescita del 15% solo nel corso degli ultimi 7 giorni. Si tratta di un nuovo massimo per la criptovaluta principe, che ha avviato il 2021 con un rally senza precedenti superando quota 50mila dollari.

Rally che porta a ricalcolare - per l’ennesima volta - il valore di un investimento anche minimo fatto agli esordi della valuta virtuale ideata e introdotta da Satoshi Nakamoto.

Malgrado l’elevata volatilità, è innegabile il fatto che i cosiddetti investitori della prima ora abbiano ottenuto guadagni incredibili.

Basti pensare che nel 2009 si partiva da un valore iniziale dell’asset pari a 0, mentre nel 2010 un Bitcoin valeva appena 10 centesimi. Ecco allora di seguito la valutazione di un investimento di 100 dollari fatto a ottobre del 2010.

L’andamento del Bitcoin nel corso del 2020. (Grafico targato CNBC-Coin Metrics).

Bitcoin: quanto avresti se avessi investito 100 dollari nel 2010?

Di recente Daniel Polotsky, CEO di CoinFlip, una delle più grandi società di ATM Bitcoin negli Stati Uniti, ha definito la criptovaluta ideata da Satoshi Nakamoto come “l’asset con le migliori prestazioni dell’ultimo decennio”.

Prestazioni che hanno dei chiari riverberi sul valore degli investimenti negli anni; per quanto soggetto a enorme volatilità, detenere la crypto negli anni porta in ogni caso a rendimenti notevoli rispetto all’investimento iniziale.

Ma guardiamo invece alle ipotesi migliori: supponiamo che tu sia entrato in gioco quando un Bitcoin costava 10 centesimi, quindi a ottobre del 2010. Quanto varrebbe oggi un investimento di 100 dollari fatto nel 2010?

La risposta ce la dà la CNBC: 1.000 Bitcoin. Bitcoin che, al loro massimo storico, varrebbero 57 milioni di dollari.

Saremmo, per dirla con semplicità, degli ultramilionari grazie a una fiducia quantificabile in appena 100 dollari posta meno di 12 anni fa.

Va però detto, come fa notare giustamente la CNBC stessa, che 12 anni sono decisamente troppi, ed è rarissimo per non dire impossibile che un investitore detenga per un tempo così elevato un asset di una tale volatilità.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.