Bitcoin: rimbalzo intorno ai 47mila dollari. Cosa aspettarsi?

Mauro Speranza

15/09/2021

15/09/2021 - 13:09

condividi

Bitcoin poco mosso dopo il crollo della settimana scorsa arrivato in piena adozione della cripto da parte di El Salvador.

Bitcoin: rimbalzo intorno ai 47mila dollari. Cosa aspettarsi?

Momento di riflessione per il Bitcoin, dopo la “sbornia” di volatilità arrivata nel corso della settimana scorsa in risposta all’introduzione della principale delle criptovalute da parte di El Salvador come valuta legale accanto al dollaro.

L’evento era stato molto atteso, in quanto per la prima volta nella storia una valuta digitale entrava a far parte della vita quotidiana delle persone, lasciando sperare in un futuro importante per tutto il settore.

Arrivato il 7 settembre 2021, giorno dell’adozione, la realtà raffreddava però gli entusiasmi dei fan delle criptovalute e le vendite si scatenavano sul Bitcoin.

Il rimbalzo del Bitcoin

Nella notte il Bitcoin ha toccato un massimo di 47.300 dollari, quota che non vedeva dallo scorso 8 settembre quando arrivò una brusca correzione di oltre il 15% a spingerlo sotto i 44 mila dollari, sull’incertezza per quanto stava avvenendo nel paese centro americano.

Il crollo della scorsa settimana ha cancellato circa 300 miliardi di dollari dal mercato, sommando il valore del Bitcoin e delle altre criptovalute, attualmente intorno ai 2.100 miliardi di dollari.

Società di mining si quota a Wall Street

Negli Stati Uniti, intanto, il mondo del Bitcoin punta sempre di più a Wall Street.

Un documento registrato presso la SEC ha rivelato che una società di produzione (mining) di Bitcoin ha richiesto la quotazione al Nasdaq. L’ingresso alla borsa di New York riguarderà la Greenidge Generation Holdings, nata dalla fusione tra Greendge e Support.com.

Support.com, già quotata al Nasdaq, ha annunciato un aggiornamento circa la sua fusione con Greenidge, con le parti che si attendono la chiusura a breve dell’operazione, mentre oggi potrebbe partire la negoziazione delle azioni ordinarie di classe A Greenidge con il ticker GREE.

La notizia ha fatto crollare ieri le azioni di Support.com con una chiusura a -38% in previsione dell’estinzione automatica del titolo, convertita nel diritto a ricevere 0,115 azioni ordinarie di classe A Greenidge.

I titoli della società erano già scesi di molto nel corso degli anni, considerando il suo esordio nel 2000 con un massimo di 117 dollari, mentre ieri hanno chiuso a 11,80 dollari.

Di fatto, le azioni Support.com SPRT verranno delistate dal Nasdaq e sostituite da GREE.

Il mining di Greendge e l’impatto ambientale

Greenidge Generation Holding attualmente gestisce una struttura nello stato di New York e prevede di espandere le operazioni in una seconda sede nella Carolina del Sud nei prossimi mesi.

L’attività di creazione di Bitcoin svolta dalla società punta a rendere verde il mining, generando energia al 100% senza emissioni di carbonio.

Il mining, infatti, è stato spesso accusato di avere un forte impatto sull’ambiente, in quanto sfrutta energia come tutta l’Argentina, secondo i calcoli di Forbes.

I consumi da mining di Bitcoin stanno aumentando e secondo un articolo pubblicato da Bloomberg, nel 2020 il consumo totale sarebbe stato di circa 67 TWh, con una stima per il 2021 di 91 Twh.

L’aumento di energia utilizzata è causata dal maggiore valore del Bitcoin, con i miner che, incassando di più, possono permettersi spese aggiuntive nella loro attività.

Argomenti

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.