Concorso pubblico per diventare guardaparco, ecco il bando: tempo indeterminato, basta il diploma

Giorgia Bonamoneta

07/06/2022

08/06/2022 - 13:04

condividi

Nuovo concorso pubblico indetto per l’assunzione di 9 figure di assistente tecnico presso il parco nazionale Gran Paradiso. Per partecipare basta avere il diploma.

Concorso pubblico per diventare guardaparco, ecco il bando: tempo indeterminato, basta il diploma

Sulla base del fabbisogno del parco è stato indetto un concorso pubblico per diventare guardaparco presso il parco nazionale Gran Paradiso. L’ente ricerca 9 profili di assistente tecnico per il servizio di sorveglianza nel territorio del parco nazionale all’interno dei comuni ricadenti nella regione Piemonte e nella regione Valle d’Aosta.

Per poter accedere al concorso e partecipare alla selezione, il candidato deve rispettare i requisiti necessari e inviare la domanda entro il termine massimo previsto per il 3 luglio 2022. Dopo aver pagato la quota di partecipazione al concorso di 10 euro tramite il sistema PagoPA, la ricevuta deve essere allegata alla domanda di partecipazione.

Ecco il bando tutte le informazioni necessarie per candidarsi.

Concorso pubblico per diventare guardaparco: posti e requisiti

Un nuovo bando di concorso ricerca 9 figure da introdurre nel personale del parco nazionale Gran Paradiso. L’ente è alla ricerca di figure di assistente tecnico presso il servizio di sorveglianza. La partecipazione è garantita per ambi i sessi e il 30% dei posti è riservato a volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze Armate congedati senza demerito e Ufficiali di complemento in ferma biennale che hanno completato la ferma contratta.

I posti disponibili, anche quelli riservati, devono possedere i requisiti necessari per potersi candidare. Tra questi, per l’ammissione al concorso pubblico, troviamo i più generici: cittadinanza italiana o appartenenza a uno Stato dell’Unione Europea, età non inferiore a 18 anni, qualità morali, idoneità psico-fisica al servizio, diploma di istruzione secondaria di secondo grado. A questi si aggiungono:

  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non aver riportato condanne penali;
  • essere in regola con gli obblighi di leva per gli uomini nati entro il 31 dicembre 1985;
  • non essere stati ammessi al servizio civile in qualità di obiettore di coscienza;
  • non aver impedimento alcuno al porto e all’uso dell’arma;
  • non essere stati espulsi dai corpi militari o dalle forze di polizia;
  • patente di guida di categoria B o superiore;
  • conoscenza di una lingua straniera e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.

Concorso pubblico per diventare guardaparco: come presentare la domanda

La domanda di ammissione al concorso può essere completata e inviata esclusivamente per via telematica entro il 3 luglio 2022. Il candidato deve registrarsi sul sito dell’ente, nella sezione apposita. Compilata e inviata la domanda, si riceverà un’email con la conferma dell’avvenuta ricezione.

Insieme alla domanda e ai documenti richiesti deve essere caricata la fotocopia del pagamento del contributo al concorso di 10 euro.

In allegato alla domanda vanno aggiunti:

  • la copia fronte-retro di un documento di riconoscimento;
  • l’idonea certificazione per i candidati con diagnosi di disturbi specifici di apprendimento (Dsa);
  • il certificato di idoneità psico-fisica;
  • il curriculum vitae in formato europeo.

Attenzione: la domanda di partecipazione stampata e firmata dovrà essere consegnata in occasione dell’eventuale prova preselettiva oppure, in assenza di questa, in occasione della prova scritta.

Concorso pubblico per diventare guardaparco: prove e ammissione

Il concorso prevede lo svolgimento di una prova scritta, una pratica-attitudinale su ambiente montano in diverse condizioni e con l’uso di diverse attrezzature, più una prova orale sulle materie inerenti al posto messo a concorso. Per essere ammessi alla fase successiva i candidati dovranno riportare un punteggio minimo di 21/30esimi. I punti sono così suddivisi:

  • 1° prova scritta: 30 punti
  • 2° prova pratica-attitudinale: 30 punti
  • 3° prova orale: punti 30
  • Titoli: punti 10

I titoli che danno luogo a punteggio sono massimo 10, tra titoli di servizio e titoli vari.

Titoli Punti
Guida alpina 1,6
Guida naturalistica 1,2
Maestro di sci 1
Abilitazione tecnica all’esercizio di soccorritore 0,2
Attestati di frequenza a corsi di formazione con esame finale a uso motosega, operatore antincendi boschivo, corso pilota da 0,2 a 2

Attenzione: nel caso in cui venga presentato un numero di domande superiore a 80, l’ente si riserva la facoltà di effettuare una prova preselettiva. Questa potrebbe essere svolta sia in presenza che in forma telematica e avrebbe una durata tra i 30 e i 60 minuti.

Iscriviti a Money.it