Crediti deteriorati: Mps cede 3,5 miliardi di Npl, Ifis ne acquista un terzo

Luca Fiore

02/01/2019

02/01/2019 - 11:45

condividi

Mps ha annunciato di aver ceduto crediti deteriorati per 3,5 miliardi di euro. Di questi, 1,16 miliardi sono stati acquistati da Banca Ifis, che porta il portafoglio di Ifis Npl a 15,7 miliardi di nominale.

Ifis Npl ha acquisito da Banca Monte dei Paschi di Siena un portafoglio di crediti Npl (Non performing loans o crediti deteriorati, qui una pagina dedicata) per complessivi 1,16 miliardi di euro di valore nominale.

Ifis Npl è la società del Gruppo Banca Ifis dedicata all’acquisizione, gestione e trasformazione dei portafogli di crediti non-performing.

Il portafoglio rilevato è composto da oltre 83 mila debitori. Circa il 16% del totale complessivo, pari a 192 milioni di valore nominale, è rappresentato da crediti al consumo mentre il restante 84%, 967 milioni, è costituito da crediti bancari di tipo unsecured di piccolo taglio.

Nel complesso, Ifis nel 2018 ha acquistato portafogli per 3,6 miliardi in valore nominale, in linea con gli obiettivi stabiliti. In seguito a tutte queste operazioni, il portafoglio di proprietà di Ifis NPL ammonta ad oggi a 15,7 miliardi di euro (valore nominale), per un numero di posizioni complessive superiore a 1,6 milioni.

Con il Ftse Mib in rosso dell’1,78% a 17.998,10 punti, le azioni Banca Ifis a Piazza Affari segnano un calo di 49 centesimi a 14,95 euro, oltre 3 punti percentuali al di sotto del dato precedente. In rosso di quasi cinque punti percentuali in altrettante sedute (-4,81%), le azioni Banca Ifis nell’ultimo anno sono scese del 62,8 per cento

Mps: ceduti crediti non performing per 3,5 miliardi

Andamento similare per le azioni Mps, in calo del 2,17% a 1,463 euro (-0,5% nella settimana, -62% sui 12 mesi). Compresi quelli venduti ad Ifis, l’istituto senese ha annunciato la cessione di crediti non performing per 3,5 miliardi complessivi.

I crediti, “Clusters Small e Consumer”, ceduti a Ifis fanno parte di un portafoglio da 2,2 miliardi, il cosiddetto “Progetto Merlino”. Oltre a Ifis, gli acquirenti sono il Credito Fondiario e Fire (Cluster Mid) e Balbec Capital LP (Cluster Large).

Inoltre, la banca senese ha venduto un portafoglio di 0,9 miliardi di euro di sofferenze leasing a Bain Capital Credit ( “Progetto Morgana”) e un portafoglio di 0,4 miliardi di euro di inadempienze probabili (“Progetto Alfa 2”).

-1,9 miliardi per il portafoglio di inadempienze probabili

Tramite queste operazioni il portafoglio di inadempienze probabili scende di circa 1,9 miliardi di euro, contro un target a livello di piano pari a 1,5 miliardi.

“Tutto il programma di cessioni sarà fattorizzato nel bilancio 2018 con un marginale impatto a conto economico; Merlino e Alfa 2 sono state perfezionate nel 2018 mentre Morgana lo sarà nel corso del 2019”.

A seguito di queste operazioni, il Gross NPE ratio (rapporto tra crediti deteriorati e il totale dell’erogato) di Mps proforma al 30 settembre 2018 è pari a circa il 16%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.