Del Vecchio oltre il 10% in Mediobanca: il titolo corre a Piazza Affari

Azioni Mediobanca sotto i riflettori a Piazza Affari dopo l’annuncio di Del Vecchio di aver aumentato la quota oltre il 10% con la sua holding Delfin. I dettagli

Del Vecchio oltre il 10% in Mediobanca: il titolo corre a Piazza Affari

Azioni Mediobanca protagoniste in Borsa dopo l’annuncio di Del Vecchio: la holding Delfin aumenta la quota di partecipazione oltre il 10%.

Nello specifico, il patron di Luxottica detiene ora il 10,162% del capitale della società bancaria. Il cambiamento rispetto alla precedente quota di 9,889% non è ingente a livello numerico.

Tuttavia, l’operazione di Del Vecchio in Mediobanca ha lanciato segnali interessanti per quanto riguarda gli asset della banca e i progetti di investimento di Delfin.

Intanto, il titolo bancario ha aperto la seduta a Piazza Affari guadagnando oltre il 2%. Le azioni Mediobanca sono ancora in corsa al momento in cui si scrive.

Del Vecchio oltre il 10% in Mediobanca e il titolo avanza. I dettagli

La holding di Del Vecchio, Delfin, detiene ora il 10,162% del capitale di Mediobanca.

L’operazione è avvenuta dopo l’autorizzazione della BCE. La salita nella partecipazione societaria è stata così inquadrata dal presidente di Luxottica, intervistato da Il Messaggero:

Delfin da oggi è il principale socio di Mediobanca ed è decisa a rimanere tale per lungo tempo, pronta a supportare la crescita dell’istituto e a sostenere progetti che spero saranno ambizioni”

Nello specifico, la holding di Del Vecchio ha comunicato nelle dichiarazioni di intenzioni alla Consob che “eventuali ulteriori incrementi della quota saranno valutati, tempo per tempo, sulla base del rendimento dell’investimento, delle condizioni dei mercati e dell’opportunità di acquisto”.

Le azioni Mediobanca hanno reagito alla comunicazione guadagnando a Piazza Affari: al momento in cui si scrive il titolo avanza del 3,38% e scambia a 7,210 euro.

Le indiscrezioni parlano della volontà del patron di Luxottica di ampliare ancora la sua quota, raggiungendo anche il 13-14% in Mediobanca (secondo le indicazioni della BCE non potrà essere superata la soglia del 19,99%).

Delfin, comunque, alla luce di questa ultima mossa, ha voluto sottolineare che non c’è alcun disegno per controllare la banca e assumere una “influenza dominante sulla gestione”.

In focus, infatti, c’è l’assemblea degli azionisti Mediobanca del prossimo 28 ottobre, con l’elezione del nuovo consiglio di amministrazione all’ordine del giorno. C’è interesse su cosa farà proprio Del Vecchio: rimarrà neutrale o appoggerà specifiche candidature?

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories