Leonardo affonda a Piazza Affari, perdite oltre il 6% dopo la trimestrale

Azioni Leonardo in caduta libera a Piazza Affari: il titolo perde anche oltre il 6% dopo la pubblicazione della trimestrale

Leonardo affonda a Piazza Affari, perdite oltre il 6% dopo la trimestrale

Azioni Leonardo in rosso stamattina a Piazza Affari.

Il titolo è crollato nella seduta in Borsa, dopo che ieri sono stati resi noti i conti economici dei primi nove mesi del 2020. La società aerospaziale ha archiviato il periodo in linea con i risultati del 2019, pur evidenziando ricavi e utile netto in contrazione.

Resta alta l’attenzione sull’evoluzione della pandemia, che potrebbe causare ulteriori scosse al settore dell’aeronautica civile.

Intanto, le azioni Leonardo stanno crollando a Milano. Il titolo scambia a 4,30 euro, con un ribasso dell’8,02% al momento in cui si scrive.

Crollo azioni Leonardo: cosa hanno svelato i conti?

Leonardo precipita a piazza Affari nella seduta di venerdì 6 novembre. Il titolo sta perdendo oltre il 6%, con picchi al ribasso dell’8%.

La società aerospaziale sconta la trimestrale pubblicata ieri, 5 novembre, in tardo pomeriggio. Sebbene la nota aziendale abbia evidenziato il mantenimento delle previsioni sull’intero esercizio, soprattutto per quanto riguarda nuovi ordinativi e ricavi, una flessione nei conti c’è stata.

Nello specifico, nei primi nove mesi i ricavi sono stati pari a 9,03 miliardi di euro, segnando un calo dell’1,2% rispetto al 2019.

L’utile netto ha registrato una contrazione del 70%, passando dai 465 milioni di euro del 2019 ai 137 milioni di euro. Anche l’indebitamento netto ha mostrato un peggioramento, aumentando a 5,88 miliardi di euro, rispetto ai 2,85 miliardi di inizio 2020.

Il valore degli ordini a settembre 2020 ha registrato quota 34,98 miliardi di euro, rispetto ai 36,51 miliardi di inizio anno. Nel dettaglio, nei nove mesi 2020 Leonardo ha acquisito commesse per 8,51 miliardi di euro.

Nel terzo trimestre 2020, i ricavi sono stati pari a 3,15 miliardi di euro e l’ebita ha raggiunto 205 milioni di euro (+ 3%). L’ebit ha evidenziato un calo del 9,7% a 168 milioni e l’utile netto ha mostrato una flessione del 33,6% a 77 milioni di euro.

Guidance confermata, ma è allerta Covid

Nel presentare i conti del terzo trimestre 2020, Leonardo ha confermato la guidance di fine 2020 con ordini tra 12,5 e 13,5 miliardi di euro, ricavi tra 13,2 e 14 miliardi, ebita tra 900 e 950 milioni.

La preoccupazione per l’andamento dell’epidemia, comunque, resta alta. Gli obiettivi dell’anno potrebbero essere stravolti da nuovi e più pesanti restrizioni.

Profumo, nel commentare i conti economici, ha sottolineato che:

Abbiamo intrapreso azioni per diventare più resilienti e agili: abbiamo ridotto i costi, dato priorità agli investimenti senza comportare ritardi sui programmi, riorientato gli ordini ricevendo un supporto significativo dai nostri clienti nazionali, riconfigurato le linee produttive per rispondere alle restrizioni dovute al Covid

”.

La situazione patrimoniale di Leonardo resta solida e l’ad ha respinto la possibilità di aumenti di capitale o rifinanziamenti del debito.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO

1590 voti

VOTA ORA