Azioni Leonardo: la Turchia non affonda il titolo, cosa aspettarsi?

Violetta Silvestri

12 Aprile 2021 - 12:31

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Non c’è l’effetto Turchia sulle azioni Leonardo negli scambi di oggi. A Piazza Affari il titolo è poco mosso al rialzo. Cosa aspettarsi per il business della società?

Azioni Leonardo: la Turchia non affonda il titolo, cosa aspettarsi?

Azioni Leonardo resistono alle minacce turche.

Negli scambi a Piazza Affari di oggi, 12 aprile, il titolo sembra non risentire dei venti di guerra provenienti da Ankara che potrebbero colpire commesse importanti.

Dopo il caso diplomatico del sofagate e, soprattutto, in seguito all’appellativo di «dittatore» che Draghi ha usato per Erdogan, si è accesa una tensione tra Italia e Turchia.

Le indiscrezioni hanno parlato di potenziali ritorsioni economiche turche contro il nostro Paese. Nel mirino di queste minacce è finito anche un importante contratto di Leonardo in Turchia, a rischio sospensione.

Per ora, però, nulla si è realmente concretizzato. Le azioni Leonardo, alle ore 12.00, scambiano a 7,09 con un rialzo dello 0,28%. Cosa aspettarsi?

Azioni Leonardo non temono la Turchia

Gli investitori oggi hanno subito guardato con interesse al titolo di Leonardo, dopo i minacciosi sviluppi dei rapporti Italia-Turchia nel fine settimana.

La notizia trapelata dal Paese guidato da Erdogan, infatti, parlava di possibili azioni punitive contro il business nostrano in territorio turco.

Nello specifico, un importante contratto di Leonardo con Ankara potrebbe essere sospeso. Il condizionale resta obbligatorio anche se coinvolge una commessa strategica.

Si tratta di un contratto che vale 70 milioni di euro per la società italiana e che prevede l’acquisto turco di 10 elicotteri d’addestramento AW169. Sarebbe, questa, soltanto la prima parte di una commessa ben più prestigiosa, da 150 milioni di euro.

La firma di questa prima parte delle consegne era prevista prossimamente, ma si è parlato di una sospensione della trattativa.

Le azioni Leonardo non hanno mostrato alcun impatto alla vicenda: non sono scivolate e alle ore 12.13 registrano un +0,45%.

Cosa aspettarsi sulle prossime commesse?

Sono diverse le valutazioni su cosa potrebbe davvero accadere per il contratto Leonardo in Turchia.

Come segnalato su Milano Finanza, Intesa Sanpaolo stima un possibile peggioramento del sentiment sul titolo nel breve periodo. Il contratto in Turchia rappresenta l’1,1% degli ordini dell’anno e l’incertezza potrebbe minare le azioni.

Equita Sim ritiene piuttosto improbabile la cancellazione della commessa da parte di Erdogan e non prevede scosse per il titolo e il bilancio di Leonardo.

Stesso sentore positivo per Mediobanca, convinta che non ci sarà la sospensione del contratto. Aggiunge, inoltre, che la commessa è piuttosto piccola considerando i giro di affari di Leonardo.

Buone notizie, inoltre, sono giunte dagli USA, partner strategico di Leonardo per la difesa. Non c’è stato, infatti, il temuto calo di spesa nella Difesa con l’amministrazione democratica.

Biden ha fatto richiesta di 715 miliardi di dollari nel campo, di poco sotto i 722 previsti da Trump. Leonardo, quindi, ha ancora una prospettiva positiva.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories