Azionario ed elezioni USA: collasso del mercato con vittoria Biden?

Mercato azionario ed elezioni USA: quali conseguenze in caso di vittoria di Biden?

Azionario ed elezioni USA: collasso del mercato con vittoria Biden?

Il rapporto tra il mercato azionario e le elezioni USA 2020 continuerà ad essere monitorato con attenzione fino all’esito ufficiale delle presidenziali.

Quello di novembre sarà un appuntamento particolarmente importante, e non soltanto per gli Stati Uniti.

Da una parte Donald Trump, attuale inquilino della Casa Bianca. Dall’altra invece lo sfidante democratico Joe Biden che alcuni sondaggi hanno già dato per favorito. Eppure, secondo alcune previsioni, una sua vittoria potrebbe avere un impatto dirompente sull’equity.

Mercato azionario ed elezioni USA 2020: quale impatto con vittoria Biden

Secondo Donald Trump, una vittoria di Biden alle elezioni USA 2020 “disintegrerebbe” il mercato azionario facendo precipitare le valutazioni a zero.

Iperbole a parte, molti hanno espresso preoccupazione nei confronti di questo scenario. Il motivo? Da ricercare nella promessa del democratico di alzare dal 21% al 28% la corporate tax, scelta che potrebbe determinare delle reazioni negative in Borsa.

Il tutto, si noti, in un momento particolarmente delicato come quello attuale, durante il quale l’economia sta tentando di rimettersi in piedi dopo la pandemia globale.

Per i più ottimisti però, il mercato azionario sarà in grado di resistere alle elezioni USA 2020 e questo per diversi ordini di motivi.

Innanzitutto i sondaggi stanno dando ormai per scontata la vittoria di Biden e visto che il mercato è lungimirante il sentiment dovrebbe già riflettere, almeno in una certa misura, questo scenario. Eppure al momento l’S&P non è crollato, anzi.

In secondo luogo, secondo gli esperti è improbabile che a fronte di un’economia così fragile il democratico sceglierà di attuare riforme che potrebbero infliggerle un duro colpo.

Una view, questa, ribadita anche da Tom Porcelli, chief U.S. economist di RBC Capital Markets, e alla quale hanno fatto eco alcune recenti dichiarazioni di JPMorgan Chase & Co:

“Data l’attuale debolezza economica, è probabile che politiche riguardanti la ripresa economica e la crescita dell’occupazione saranno prioritarie rispetto a quelle che potrebbero smorzare la crescita e forse anche mettere a repentaglio le elezioni di medio termine del 2022”.

Secondo gli analisti una vittoria di Biden alle elezioni USA 2020 si rivelerà neutrale, o leggermente positiva, per il mercato azionario. Qualsiasi sell-off iniziale sarà probabilmente limitato.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories