Assegno unico, nel 2023 bonus per queste famiglie

Giorgia Bonamoneta

18/11/2022

18/11/2022 - 21:33

condividi

Novità per l’assegno unico. Nella legge di Bilancio la ministra alla Famiglia e Pari opportunità Roccella ha proposto un aumento dell’assegno. Ecco le categorie coinvolte.

Assegno unico, nel 2023 bonus per queste famiglie

La ministra della Famiglia e delle Pari opportunità Eugenia Roccella ha proposto il raddoppio da 100 euro a 200 euro per la maggiorazione dell’assegno unico universale spettante ai nuclei familiari numerosi. Non solo, è emersa la possibilità di una maggiorazione di 100 euro anche per i nuclei famigliari con figli gemelli, che dovrebbe essere corrisposta per i primi tre anni di vita dei figli.

La ministra della Famiglia sta quindi valutando in che modo incrementare l’assegno unico per i figli per rendere meno onerose le spese di gestione dei bambini nei primi anni di età. A questo proposito entra in campo un aumento di 100 euro per le famiglie con figli gemelli, che vedono praticamente raddoppiate le spese nei primi anni di vita e per le famiglie numerose.

La maggioranza si è incontrata per discutere la legge di Bilancio e il ministero guidato da Eugenia Roccella ha proposto almeno due aumenti per l’assegno unico, ovvero il bonus per le famiglie. Questi dovrebbero prendere avvio a partire da gennaio 2023, con l’avvio della nuova manovra.

Legge di Bilancio: quali le proposte per l’assegno unico

L’assegno unico per i figli cambia. A partire dal 1° gennaio 2023 il restyling in corso per l’assegno unico presenterà aumenti per alcune categorie di famiglia. La manovra è in arrivo e il rinnovo dell’assegno unico cambia con essa. Tra le proposte di Eugenia Roccella, ministra del ministero delle Pari opportunità e della Famiglia, ci sono quelle dell’incremento dell’assegno unico universale per i nuclei familiari, in particolare per quelli con quattro o più figli o con figli gemelli. Alla base delle proposte vi è la necessità di supportare le famiglie nei primissimi anni di età dei figli, in particolare dei figli gemelli che raddoppiano le spese.

Non solo, dalle proposte è emersa la possibilità di istituire un fondo di 68 milioni di euro dedicato ai centri estivi. Lo scopo è quello di sostenere le opportunità socio-educative dei minori. Inoltre ulteriori fondi, si parla di circa 10 milioni di euro in più, potrebbero essere dedicati ai centri antiviolenza e alle case rifugio.

Più soldi alle famiglie: chi riceverà un assegno unico maggiorato?

Alcune categorie di famiglie potrebbero ricevere un vero e proprio raddoppiamento dell’importo dell’assegno unico. Si parla di un’ipotesi 100 euro in più per i nuclei numerosi e per chi ha figli gemelli.

In pratica la maggiorazione forfettaria per i nuclei familiari con almeno quattro figli potrebbe raddoppiare, passando da 100 euro a 200 euro.

Parimenti, ci sarebbe l’introduzione di una nuova maggiorazione riconosciuta nel caso di parto gemellare, del valore di 100 euro al mese. Se dovesse essere approvata, tale maggiorazione sarebbe prevista per i primi tre anni di vita dei figli. Questa fase è considera quella più dispendiosa e per i nuclei famigliari numerosi o con due figli gemelli si tratta di una spesa ancora maggiore.

Iscriviti a Money.it