Argento: continua il rally dei prezzi, obiettivo 25 dollari

Confermata la struttura di minimi crescenti, i prezzi dell’argento sono attesi in ulteriore rialzo. Vediamo come impostare una possibile strategia operativa con i Turbo Certificates di BNP Paribas

Argento: continua il rally dei prezzi, obiettivo 25 dollari

Salito da inizio anno di quasi 24 punti percentuali, il prezzo dell’argento nelle ultime sedute è riuscito a superare la resistenza posta in quota 20 dollari e al momento per acquistare un’oncia di argento sono necessari oltre 22 dollari.

Era da quasi quattro anni, più precisamente dal settembre 2016, che i prezzi dell’argento non si riportavano sopra la fatidica soglia dei 20 dollari l’oncia.


Argento, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Da un punto di vista grafico, a partire dalla seconda metà di marzo il grafico dell’argento ha evidenziato un netto miglioramento dalla struttura che ha permesso ai corsi di recuperare il veloce crollo precedente e di riportarsi sopra la media mobile semplice a 200 giorni .

Superato questo test, i prezzi dell’argento sono inoltre riusciti a rompere la linea di tendenza ottenuta collegando i massimi del 4 settembre 2019 e 8 gennaio 2020 e il livello orizzontale espresso dai massimi del 25 ottobre 2019, a 18,3341 dollari.

A questo punto, i corsi di questa commodity, spesso chiamata l’oro dei poveri, sembrerebbero pronti a continuare la serie di lows crescenti anche se l’andamento dell’indice di forza relativa a 14 periodi ci segnala che forse le quotazioni necessitano di una pausa ristoratrice (dalla seconda metà di marzo le quotazioni dell’argento hanno guadagnato quasi 90 punti percentuali) in vista di un possibile allungo fino a 25 dollari l’oncia.

Un ritracciamento potrebbe riportare i prezzi a testare la trendline partita nella seconda metà di marzo e solo un ritorno al di sotto della SMA 200, attualmente transitante in orbita 17 dollari, farebbe scattare un segnale ribassista.

Strategie operative sull’Argento

Operativamente, si potrebbero sfruttare strategie di natura long in caso di ritorno da parte dei prezzi a 19 dollari l’oncia con stop loss localizzato a 18 dollari e obiettivo principale a 21 dollari. Il target più ambizioso è invece individuabile in corrispondenza delle quotazioni attuali, a 22 dollari.

Per una simile strategia, si adatta bene il certificato Turbo Long di BNP Paribas con ISIN NL0014922544 e leva 3.

AVVERTENZA

La presente pubblicazione è stata preparata da Money.it srl a socio unico (l’Editore), con sede legale in Via di Vigna Fabbri, 5, 00179, Roma, in completa autonomia e riflette quindi esclusivamente le opinioni e le valutazioni dell’Editore. Le informazioni e le opinioni contenute nella presente pubblicazione sono state ottenute o estrapolate da fonti ritenute affidabili dall’Editore; tuttavia, l’Editore non rilascia alcuna dichiarazione o garanzia in merito alla loro accuratezza, adeguatezza o completezza. BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas e le società del gruppo BNP Paribas non si assumono alcuna responsabilità per il relativo contenuto. Gli scenari, le presunzioni di calcolo, i dati e le performance passate, i prezzi stimati, gli esempi dei potenziali ricavi o le valutazioni hanno valore meramente illustrativo/informativo, senza alcuna garanzia che tali scenari o ricavi potenziali possano verificarsi o essere conseguiti. In ogni caso, l’Editore non è responsabile per qualsiasi perdita o danno, diretto o indiretto, che possa derivare dall’utilizzo dei contenuti della presente pubblicazione.

Per informazioni su Money.it srl a socio unico, in qualità di produttore delle raccomandazioni, sulla presentazione delle raccomandazioni e sulle posizioni e conflitti di interesse del produttore, si prega di cliccare su questo link.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Analisi tecnica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.