Apple torna sul mercato del debito dopo quasi due anni

L’attuale livello dei tassi è troppo attraente per farsi scappare un’occasione del genere

Apple torna sul mercato del debito dopo quasi due anni

Dopo quasi due anni di assenza, Apple è tornata sul mercato obbligazionario. Anche per una società che ha fatto dell’abbondante liquidità un marchio di fabbrica, l’occasione di prendere a prestito ai livelli attuali (secondo i dati di Bloomberg, il rendimento medio dei bond investment-grade si attesta al 2,79%) è troppo ghiotta per non essere sfruttata.

Quella della società di Cupertino non rappresenta una mossa isolata, solo nella giornata di martedì, 21 grandi nomi della corporate America hanno emesso nuovo debito per 27 miliardi di dollari. Tra le società coinvolte spiccano i nomi di Disney e di Deere.

Bond Apple: spread con Treasury fissato al ribasso

Nonostante tra cassa e strumenti a breve detenga circa 200 miliardi di liquidità, il gruppo della mela morsicata ieri ha raccolto nuove risorse per 7 miliardi di dollari.

Tra le quattro tranche spiccano gli 1,5 miliardi in titoli con scadenza trentennale il cui rendimento, secondo le indiscrezioni raccolte da Bloomberg dovrebbero superare di circa un punto percentuale (1,03%) quello dei corrispondenti titoli del Tesoro. Inizialmente lo “spread” era stato fissato a 125 punti base.

Andamento simile per l’obbligazione triennale, il cui rendimento è sceso di 20 a 35 punti base al di sopra del Treasury di riferimento.

Bond Apple: emissioni frenate da misure per rimpatrio utili

Fino ad ora Apple non aveva esplorato le possibilità offerte dal mercato obbligazionario poiché le nuove disposizioni legislative varate dall’amministrazione Trump ad inizio 2017 hanno permesso alle aziende di rimpatriare gli utili depositati all’estero a basso costo.

Secondo gli operatori di mercato, nel mese di settembre sono previste emissioni di bond per 125 miliardi di dollari. Oltre alle società già citate, sono in arrivo le obbligazioni di altri big di Wall Street del calibro di Caterpillar e Capital One Financial.

“Con rendimenti, in special modo nel caso delle scadenze più lontane, a livelli estremamente bassi, le società ne stanno approfittando”, ha commentato Peter Tchir, strategist di Academy Securities . “Credo si tratti di un trend destinato a continuare”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Apple Inc.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.